lunedì 16 marzo 2009

La prima volta....

Squillo di trombe


Rullo di tamburi


Siete pronti alla grande notizia?


Ebbene sí


Sabato, per la prima volta in vita mia sono entrata in un negozio e ho parlato solo tedesco.


E non una volta sola.


E MI HANNO CAPITO.


(per i maligni: E HO PARLATO, NON MI SONO LIMITATA A PAGARE E ANDARE VIA)



Entro in una libreria dell'usato (le adoro, e pure se non posso comrare i libri perché non capisco niente ci vado anche qui)


Idea geniale: mi compro un libro per bambini, magari lo riesco a capire meglio (lo avevo giá fatto qualche tempo fa, poi non sono andata oltre la seconda pagina ma vabbè). Ho salutato (in tedesco) e ho chiesto (in tedesco) al proprietario se aveva libri per bambini. Ne ho trovati tre che mi piacevan: Pippi calzelunghe, papá gambalunga e un terzo di Astrid Lindgren che peró non conoscevo.


Ho chiesto (in tedesco) al proprietario di cosa si trattava e me lo ha spiegato.


Poi... PANICO!!!! Come si chiede "Quanto costa?". Alla fine l'ho chiesto in inglese, ho pagato, ho ringraziato il proprietario (in tedesco) e lui mi ha detto che parlo il tedesco molto bene.



Avevo bisogno di una lampada per la mia stanza, magari due (una da tavolo e una a stelo da mettere vicina allo studio). Entro al Karstadt e mi innamoro. Lí, esposta nello scaffale c'era la lampada dei miei sogni. Una sfera di vetro bianco opaco. Bellissima.



Tipo questa, ma la versione da tavolo.


Solo che non la trovavo. Ho girato un po' e ho chiesto alla commessa del reparto dive potevo trovare quella lampada. Mi ha risposto che la prendeva lei. Poi le ho chiesto se era disponibile anche in una diimensione media (erano esposte solo una piccola e una enorme). E la volevo bianca. Me l'ha portata (dopo avermi chiesto per tre volte quante ne volevo, deve aver letto l'amore nei miei occhi). Poi ho comprato pure un faretto per lo studio ma non avevo bisogno di aiuto.


Ora è nella mia stanza, oggi comprerò la lampadina.


Finalmente sento che sto iniziando ad imparare il tedesco.



 

10 commenti:

  1. Perfetto! Il grosso è fatto...Adesso non ti resta che leggere GHete!

    RispondiElimina
  2. Scusa...l'anonymo ero io...Angelo

    RispondiElimina
  3. @Pitunpi :) :) :) :) :) :) :) :) :) :) :)

    @Angelo: Ma che GHete... mi butto su Nietzsche (leggi NIETZSCHE) o Hegel, gli amori miei al liceo (N.B.: ironico)

    RispondiElimina
  4. utente anonimo17 marzo 2009 10:22

    Su chi ti butti? Forse volevi dire nisc ed ège...Meglio nisc...


    O Mensch! Gib Acht!


    che significa: uomo! dammi l' otto!


    P.S.

    Poi con la crisi del '29 è diventato il "dammi il cinque" che tutti conosciamo.


    --

    Angelo

    RispondiElimina
  5. No, no, ho detto proprio Nietzsche, per anni ho creduto che lui e Nisc fossero due persone diverse...

    Ège l'ho sempre odiato. Mi perdevo nelle sue divisioni per te, non capivo quello che diceva e alla maturitá ho detto al prof:mi chieda quello che vuole ma Ège solo se mi vuole bocciare (mi chiese Darwin). A me MI piaceva Kant.

    RispondiElimina
  6. Io maligno ho pensato subito ad un altro tipo di "prima volta"...


    Comunque ricordati che il cliente ha sempre ragione. Basta pagare! L'avrebbero detto anche a me che parlavo bene il tedesco! (conosco a mala pena due parole in croce).


    Ma come sono perfodo oggi!!! ;-)


    ---Alex


    PS = scherzi a parte: brava!

    RispondiElimina
  7. hai ragione, in effetti il titolo poteva trarre in inganno...

    Non so se hai ragione, in ogni caso con 10 euro ho "comprato" tre libri e un complimento, mi sembra un affare!!! ;-)

    RispondiElimina
  8. Vorrei imparare il tedesco, prima o poi...ma non ho il coraggio di iniziare!

    RispondiElimina
  9. se hai studiato il latino è più facile perchè la struttura della lingua è molto simile. In ogni caso io non riuscirei mai ad impararlo da sola.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.