giovedì 7 luglio 2016

De-frozen, ovvero Indiana Michi "in da lab"

Da cantare sulle note di questa.

Una foto pubblicata da paleomichi (@paleomichi) in data:


The UV glows blue in the extraction fume hood
Not a spillage to be seen.
The lab, kingdom of isolation,
and it looks like I'm its Queen
The hood is howling like the swirling storm outside
And I am just here
slowly dying inside...

The fridge is there,
it looks at me,
with his red light it's creeping me
Please man, don't die
you have inside
All work of me....

Let it flow, let it flow
so much water over the floor
All the samples are gone
it's not frozen any more
I don't care
what they're going to say
I'm leaving NOW!
I hated the lab always anyway

(negli ultimi due giorni tre freezer su sei si sono rotti. In due casi su tre ero da sola in lab, e mi sono dovuta accollare tutta la procedura necessaria: incarta, sposta, trasporta tutto il contenuto in un altro freezer, trova il modo di farcelo entrare. Però a parte un pochino di stanchezza -eufemismo- non ci sono stati problemi).

4 commenti:

  1. Risposte
    1. Grazie! Non sai quanto sono migliorata, a vedermi in lab saresti fierissimo di me!!! :) :)

      Elimina
  2. terribile, meno male che non avete avuto danni...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh dai, più scomodo che "terribile" (nella canzone ho esagerato un po', licenza poetica :D). In realtà di solito è difficile che ci siano problemi seri perché abbiamo diversi freezer di backup, si tratta solo di spostare le cose da una parte all'altra. Certo, non è un gran divertimento, ma nemmeno drammatico :)

      Elimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.