lunedì 21 settembre 2015

Ingranata la prima


Ornella Vanoni canta in italiano "Tristeza", canzone brasiliana che di solito 
ascolto nella versione di Astrud Gilberto

Tristezza
forza vattene via
questa qui è casa mia
non c'è spazio per te.

Sentirò ora tutti quanti i miei amici
per non sentire proprio te
E mangerò poi tutte quante queste alici
per non pensare più a te.

Tristezza
per favore vai via
forza, vai in libreria
non starò qui con te.

Hai disturbato tutti quanti i miei amici
che vengon qui per star con me.
Che vengon qui proprio per essere felici
e si ritrovano te!


La prima sera da sola a Copenaghen è passata cantando a braccio la canzone qui riportata (in una ventina di versioni diverse, ma il senso era quello), mangiando una fetta di torta svedese buonissima, parlando con UCAF friend per poi ricevere un invito al suo matrimonio (occhi a minori di tre!), partecipando telefonicamente alla festa di amicoG e addormentandosi di fronte a un film scemo con una ragazza ninja che prende a cazzotti tutto e tutti ma ce la fa ad andare avanti.

Indiana Mamma ed io inauguriamo la torta svedese,
uno dei dolci più spettacolari dell'universo.

Se il soggiorno a Copenaghen continua così direi che poteva andare peggio!

3 commenti:

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.