sabato 24 maggio 2014

Indiana Michi e la tecnologia (ovvero Ode ad AD Blues)

Interrompiamo il resoconto dei festeggiamenti del compleanno del secolo per raccontare un fatto di maggiore attualità.
Indiana Michi fa finta molto bene di essere brava con la tecnologia, ma in realtà è tutta scena. Sul curriculum c'è scritto che conosce alcuni linguaggi di programmazione (vabbè, mo non famo le splendide... due, ne conosce due) e che usa correntemente tre diversi sistemi operativi. Che, per inciso, è vero.
Quello che non c'è scritto, però, è che se le chiedi cos'è una RAM inizia a sudare freddo. Che se deve comprare un nuovo computer entra in panico. Che quando AmicoIngegnere le ha insegnato via skype ad aprire il vecchio portatile per togliere la polvere, e ci è riuscita, si è sentita come se avesse costruito lo Shuttle.

E insomma quando ha un problema con il computer tendenzialmente Indiana Michi si mette le mani nei capelli e chiede aiuto in lacrime al primo amico nerd che le capita sotto le grinfie (di solito Alex in caso di problemi con Mac e Linux, AmicoG e AmicoIngegnere in caso di problemi con Windows. In caso di problemi hardware tendenzialmente vanno bene tutti e tre).

La settimana scorsa, a Roma, seduta fra Alex, AmicoG e AmicoIngegnere (e pure Goldie e Gipo, che non si sa mai... mancava solo 4ngel0 e costruivano lo Shuttle sul serio) Indiana Michi si è accorta che il lettore DVD del suo Mac sputava i film invece di leggerli. E che ha fatto? Ha presentato il problema al comitato tecnico al gran completo (dopo la pasta alla gricia e la zuppa inglese difficilmente le avrebbero negato qualcosa)? NOOOO, sarebbe stato troppo furbo! Ha dato il DVD ad AmicoG e l'hanno visto da un altro computer.

Tornata a Londra sola soletta il problema si è ripresentato. Con tutti i DVD possibili. E Indiana Michi di DVD ne ha davvero tanti (da HMV costano 3 sterline, come resistere???).

Avendo ovviamente perso il diritto all'aiuto tecnico (non hanno ancora inventato il modo di spedire la pasta alla Gricia via Skype) Indiana Michi si è cimentata nella navigazione fra forum e siti internet alla ricerca disperata di una soluzione.
Indiana Michi attrezzata per la navigazione nel Cyberspazio

Ha provato, fra le altre cose consigliate:
  • a inserire CD musicali, CD di dati, CD vergini, DVD di film, DVD di dati.
  • a inserire DVD tenendo il computer in tutte le posizioni consentite in uno spazio tridimensionale. 
  • a spegnere e riaccendere il computer
  • a spegnere il computer, staccarlo dalla corrente, lasciarlo una decina di minuti a riflettere sulle sue malefatte, ricollegarlo alla corrente e riaccenderlo
  • a spegnere il computer e riaccenderlo premendo una serie di tasti che per fortuna che ora suona il pianoforte e ha le dita abbastanza abituate ad allungarsi in varie direzioni, stando su un piede solo e ripetendo come un mantra "quarantadue, quarantadue, quarantadue"...
A quel punto ha parlato con AmicoG che, da ingegnere pratico quale è, in 10 secondi netti le ha ordinato su Ebay un lettore esterno compatibile con il Mac. Arrivato 24 ore dopo.

Indiana Michi ha collegato il lettore esterno al computer, si sono accese un po' di lucine, ha fatto un paio di rumori e non è successo altro.

Sempre per la convinzione di aver perso diritto all'assistenza tecnica dei suoi fidati amici, Indiana Michi si è inoltrata di nuovo nella selva selvaggia et aspra et forte dei forum e dei siti tecnici.

ehm... aiuto?

Dove ha scoperto che:
  • un sacco di gente ha problemi con il lettore DVD dei Mac
  • un sacco di gente dice che il lettore DVD dei Mac fa schifo
  • non tutti i lettori DVD esterni che dicono di essere compatibili con i Mac funzionano su tutti i Mac
  • per capire se il lettore DVD esterno che non funziona viene visto dal computer oppure semplicemente va buttato nel cestino bisogna andare alla seconda stella a destra e poi dritto fino al mattino. Se seguendo queste chiare indicazioni non trovi la schermata che tutti, sito Apple compreso, ti mostrano non è colpa loro che si sono dimenticati di indicarti un passaggio, ma colpa tua che non trovando quello che cercavi non hai cliccato a caso fino a raggiungere la schermata agognata (o perire nel tentativo)
  • vale la pena provare tutte le porte USB disponibili (due)
  • con un HUB USB alimentato il problema dovrebbe risolversi (ehm... siii.... capito tutto)

Dopo aver seguito tutti i consigli trovati da lei e da AmicoG, a parte quello dello HUB USB alimentato, per mancanza di materia prima, ha deciso di chiedere aiuto ad Alex.

Il quale Alex ha ascoltato per circa mezzo minuto il resoconto delle disavventure e poi ha pronunciato le parole magiche che hanno liberato il lettore interno dal demone sputa DVD.

Come si può vedere dall'immagine qui sotto il DVD di Battlestar Galactica (pilot) è stato correttamente aperto e riprodotto.

AD Blues in versione esorcista al lavoro

Che poi il miracolo sia stato compiuto da Alex e non da un angelo custode qualsiasi che passava nei dintorni è dimostrato dal fatto che il computer legge senza problemi Battlestar Galactica ma continua a sputare impunemente tutte le commedie romantiche che gli propino!

P.S.:volete sapere la formula magica? eccola: "Hai provato a soffiarci dentro?"

venerdì 23 maggio 2014

Cronaca in differita dei festeggiamenti - parte 1

Come precedentemente discusso, la settimana scorsa Indiana Michi ha compiuto 30 anni.


Questo avvenimento storico ha portato due conseguenze molto importanti. La prima è che un evento del genere va festeggiato per minimo una settimana (mica stiamo a pettina' le bambole noi). La seconda è che come tutti sanno lo 0 in matematica non conta niente (CasiPaologici direbbe che non conta niente solo se è a sinistra, tanto che gli spagnoli ne hanno fatto un detto "conti come uno zero a sinistra", ma non sottilizziamo). Per cui mi sembra più che corretto festeggiare come se di anni ne avessi 3.

Compiendo gli anni lunedì 12 è stato deciso di dare inizio al ciclo di festeggiamenti il venerdì precedente. AmicoG ha preso in mano la situazione e ha portato Indiana Michi ad un parco. Ma non ad un parco normale, bensì al Victoria Park dove c'è l'area parco giochi dove i giochi sono a dimensioni adulti. Lo scivolo è lungo diversi metri, e il didietro di Indiana Michi, notoriamente spazioso, ci entra senza problemi. Le altalene sono enormi. Il girello pure. Eccetera.

12 volte 5 anni (in due)...

Il sabato AmicoG insisteva che dovevano andare a fare un giro verso est, sulla sponda nord del Tamigi. Pioveva, Indiana Michi aveva un abbiocco tale che letteralmente dormiva in piedi. Si è addormentata in metro, e non ricorda di aver fatto il cambio. Dopo un'endovena di caffeina da Starbucks (la cosa più simile al caffè che Indiana Michi riesca a bere) le cose sono andate meglio. 

Ho trovato il tesoro alla fine dell'arcobaleno!

Effetto seppia assolutamente naturale -_-"

E fra un arcobaleno e uno sgrullone d'acqua (le foto sopra riportate sono state scattate a circa 7 minuti l'una dall'altra, nell'ordine mostrato), AmicoG e Indiana Michi si sono avventurati lungo le rive del Tamigi. E Indiana Michi è impazzita, come resistere a metri e metri di questo?


E mentre AmicoG cercava conchiglie e con grande attenzione sceglieva solo "quelle belle" (no, questa non è abbastanza bella, posala) Indiana Michi saltellava leggiadra (non sia mai che rompi qualcosa) esclamando giuliva ed entusiasta "Guarda! Un metapodiale! ...Che spettacolo di epifisi! ...Una costola ancora intera! ...Un frammento di ceramica decorato! (= pezzo di mattonella di un bagno del tardo XX secolo AD) ...Ooooh! una selce!!! (il 95% dei sassi presenti era selce)". AmicoG a quel punto aveva acquisito piena consapevolezza del suo errore e rimpiangeva la sua scelta romantica di andare a vedere il Tamigi da vicino. È infatti evidente che AmicoG non ha conosciuto Indiana Michi nel periodo d'oro della sua carriera archeologica, altrimenti non avrebbe mai azzardato un simile passo. E mentre queste drammatiche riflessioni attraversavano la mente del tapino, per la successiva ora Indiana Michi si caricava di pezzi di ossa e frammenti di cose strane ("Michi, ma che ci fai poi?" "Me le tengo! Sono bellissime!!!!" "Ooookk..........").

Il giorno dopo, la domenica, AmicoG ha deciso che no, non si era sacrificato abbastanza all'altare delle follie Indianamichesche, per cui "Dai! Andiamo al Museo di Storia Naturale!" 

Ciao ciao Hallucigenia! 
(si la foto è bruttina, ma quella con Anomalocaris è persino peggio)

E dopo essere "entrati nella terra",  dopo aver toccato pietre e sassi, dopo aver salutato Anomalocaris e Hallucigenia, dopo aver fatto di corsa ciao ciao con la manina a Darwin, Indiana Michi e AmicoG si sono ritrovati a passeggiare tranquilli fra i fiori di Hyde Park.


E un'idea geniale balenò nella mente di Indiana Michi: domani festeggiamo al Museo! E così fecero....

TO BE CONTINUED

lunedì 12 maggio 2014

30 cose che ho fatto prima dei 30 anni


Un sacco di coccole

Ho imparato a miagolare (e a fare MI)

Ho perso qualcosa come 23 cappelli

Mi sono buttata (e rotta una gamba, ma sono quisquilie)

(Gli stomaco deboli sono pregati di saltare il seguente punto)
Ho recuperato un mazzo di chiavi che era finito in un gabinetto chimico

Ho imparato a fare gli onigiri (ieri, ma ancora non avevo trent'anni, quindi conta!)

Ho iniziato a vedere Star Trek, Battlestar Galactica e a leggere Il Signore degli Anelli

Ho aperto un blog che mi ha fatto scoprire persone meravigliose

Ho dipinto animali preistorici sui muri della mia stanza

Ho illustrato due racconti di Jane Pancrazia Cole (e so' soddisfazioni, grosse)

Ho imparato a parlare al telefono in tedesco (e anche a capire circa il 30% di quello che mi viene risposto)

Ho volato fra le montagne

Ho imparato a riconoscere e trovare i fossili

Ho passeggiato, sentendomi a casa, lungo il Tevere, la Senna, il Reno, il Tamigi. Lungo l'Aare no, lì ci ho nuotato!

Ho nuotato fra i pesci e le meduse

Ho cantato insieme ad altre 2700 persone di fronte a una delle figure più carismatiche dei nostri tempi

Sono sopravvissuta a un dottorato (e scusate se è poco)

Ho scoperto che parlo nel sonno (e da addormentata sono molto più creativa e divertente di quanto non sia da sveglia)

Ho tenuto in mano manufatti che erano stati toccati per l'ultima volta da esseri umani diverse decine di migliaia di anni fa

Ho iniziato due volte a imparare a suonare il piano

Ho rivoluzionato la mia vita almeno una volta

Ho vissuto momenti in cui mi sono chiesta se non fossi la protagonista di un film, e mi sono risposta di no, perché scene così belle bei film non se ne vedono

Ho cambiato casa 9 volte

Ho imparato ad andare avanti senza un pezzo di me

Ho avuto il coraggio di perdere la testa

Ho detto "ti voglio bene" a tutte le persone a cui volevo dirlo

Ho perso un sacco di amici, ma quelli seri li ho ritrovati

Ho avuto una famiglia meravigliosa che non finirò mai di ringraziare

Ho trovato un AmicoG talmente spettacolare che non potrebbe essere meglio nemmeno se lo avessi inventato io

Sono stata tanto felice.

Ad maiora...