giovedì 20 febbraio 2014

Programmazione, Indiana Michi Style

Indiana Michi (via skype): AmicoG! Ho scritto un programmino per il computer (=script) bellissimo che fa le analisi che mi servono! È bellissimo! Tutto cucciolo, molto intelligente, che fa le cose fatte bene e in cui per farlo funzionare devi dare solo il minimo delle informazioni necessarie! Se lo potessi leggere saresti fierissimo di me!

AmicoG: Ma lo sono comunque! Complimenti! Sono fierissimo!

...pochi minuti dopo...

Indiana Michi (sempre via skype): Lo script era tutto sbagliato, non c'era nemmeno un indice giusto. Ma pensa che me ne sono accorta da sola, solo rileggendo il codice e senza farlo funzionare e ricevere i messaggi di errore! Sii fiero!

AmicoG: ehm... certo.... e quindi il programma era bellissimo?

Indiana Michi: Certo che sì! È bellissimo per quello che vorrei che dicesse, non per quello che dice effettivamente, no???

Abbiamo trasmesso: la programmazione secondo indiana Michi. Se il codice non funziona dí al capo che tu volevi che funzionasse e sarà felice lo stesso. O no?

da xkcd

lunedì 10 febbraio 2014

Un nuovo nido

È ufficiale.
Entro un mese, un mese e mezzo massimo devo trovare una nuova casa.

Mi fa male lasciare questa casina qui, che ho sistemato con tanto amore. Con i mobili sistemati nel modo migliore possibile insieme a Indiana Mamma, con la forza della disperazione di renderla accettabile, e con la sorpresa di averla resa stupenda. Con le stelle luminose sull'armadio attaccate da AmicoG. Con la crepa sul soffitto di quella volta che AmicoThor si è arrabbiato (mai far arrabbiare un Dio Nordico, poi ti fa piovere in casa). Con la bellissima bottiglietta vuota lasciata da AmicoPaleontologo. Con il quadro lego regalato da AmicaLondinese per farmi ritornare il sorriso e la speranza dopo una serie di terremoti interiori. Con il quadro di New York che abbiamo portato in autobus con Alex e AmicoG quel giorno che la metro era chiusa, che da allora campeggia sul caminetto (si, ho un caminetto, capite? Un CAMINETTO!). Con le luci aggiustate con perizia da AmicoG, e le finestre siliconate da lui con amore. Con il letto "squartato" (no, non preoccupatevi, Jack non c'entra, ho solo tagliato la pellicola di plastica intorno con troppa foga, ma non si vede). Con gli spifferi bastardi che passano sotto la porta, sotto il lavandino, dentro ai termosifoni, attraverso le mille crepe del bovindo (ma almeno non ho bisogno di aprire le finestre per cambiare aria ;) ). Con il bagno che ha la maniglia della porta quasi più grande del bagno stesso. Con la lavatrice incomprensibile e i rubinetti che vanno chiusi con le tenaglie. Con gli stucchi, il lampadario antico, l'interruttore che regola l'intensità della luminosità premettendo di creare atmosfere stupende. Con tutto l'amore, l'amicizia, le risate, il dolore, i pianti disperati, i dubbi, gli incubi, gli abbracci, le coccole di questo ultimo anno e mezzo.

Ma ce la farò, troverò un nuovo nido. Una casetta dove attaccare di nuovo le stelle, appoggiare la bottiglietta, trovare uno spazio per gli alterlego. Dove ricostruire il mio nido. Perché ogni tanto la vita è così, cambia le carte nel momento meno adatto, per ricordarti che anche se tante cose cambiano, stelle, bottigliette e alter lego si possono mettere in una scatola e poi poggiare su nuove mensole, accanto a nuovi ricordi, per rimanere testimoni di tante nuove risate, tante nuove coccole, tanti nuovi amici. E se anche la bottiglietta si dovesse rompere nel trasloco, e se anche non potrò portare con me l'interruttore della cappa magistralmente aggiustato da AmicoG, questo non potrà cancellare niente di tutte le bellissime esperienze vissute.

Per cui via, di corsa verso una nuova avventura. Di breve durata (forse) ma sicuramente piena di cose belle.

Mi accompagnate?


giovedì 6 febbraio 2014

Magia

Imparare è dura.
Perdersi nella confusione di qualcosa di nuovo, che non si riesce a capire. persi in un labirinto da cui non si riesce a trovare via di uscita, e si va avanti a caso, cadendo, facendosi male, rialzandosi, pulendosi le ginocchia e ricominciando a vagare.

Ma quanto è bella la magia che avviene a un certo punto? Quando gruppi di lettere fino a poco prima senza senso iniziano a trasformarsi in informazioni preziose. E come i pezzi di un puzzle tutto combacia, a formare la porta di un nuovo mondo tutto da scoprire. E ovviamente è una porticina piccola piccola, che si apre su di un cunicolo che ci metterà parecchio ad allargarsi e a permettere una visione più ampia del nuovo mondo, ma l'entrata si è aperta, sarà tutto più facile da ora in poi.

Grazie cervellino mio, anche stavolta hai fatto la magia.

da qui

domenica 2 febbraio 2014

Si ricomincia

Ebbene si.

Dopo mesi rocamboleschi, pieni di coccole, di neutrini condivisi, di tegole fra capo e collo, che poi per fortuna si sono rivelate essere di polistirolo (ma che paura!) di vita vissuta e non scritta (ogni tanto fotografata), di libri bellissimi, di ricerca di nuovi equilibri, ho deciso di tornare.

Con un ringraziamento per il 2013 che mi ha tolto tantissimo, ma mi ha dato più di quanto avrei mai osato sperare.

Con una richiesta per il 2014: ti prego, fai in modo di essere meno terribile di quanto appari.

Con una coccola per tutti gli amici (di blog e non) che hanno continuato ad aspettare un nuovo post e nel frattempo mi hanno dimostrato tanto affetto (virtualmente e non).

Con tanti nuovi libri.

Con tanti nuovi momenti felici, #happymoments su instagram, con l'impegno che io riesca a trovarne almeno uno al giorno per tutto il tempo che vorrò.

Con tanta voglia di ricominciare.

Paleomichi

Dedicato ai miei amici e alla mia famiglia, con tutto il cuore. Vi voglio bene.