mercoledì 6 novembre 2013

Siamo soli? Evidentemente no

No, non si parla di possibili incontri alieni, mi limito a parlare di web.

Un po' di anni fa Indiana Michi ricevette, sulla sua casella di posta personale (nome.cognome@gmail.com) una lettera di un tizio assolutamente sconosciuto che allegava foto in costume da bagno affermando qualcosa del tipo "lo vedi quanto sono bello?"

E no, non era Brad Pitt (che voglio dire, in quel caso una un pensierino magari ce lo faceva pure).

(un regalino per le mie affezionate lettrici)

Lo scambio di mail continuò tipo così:

Indiana Michi: "Scusi, ci conosciamo?"
Sconosciuto in costume: "Scemina! Sono io!"
IM: "Guardi che non ho la più pallida idea di chi lei sia!
SIC: "Dai, non è più divertente"
IM: "Guardi che non scherzo. Firmato Illustrissima Dottoressa Indiana Michi Fantastico Laboratorio di Ricerca Internazionale, Germania. Link per dimostrare che non dico baggianate".
SIC: "Scusiiiiii!!!! È che lei si chiama come mia moglie e ho fatto confusione con gli indirizzi mail! Il suo è nome.cognomedatadinascita@gmail.com"
IM: "Ecco, faccia più attenzione, adieu"

Nel tempo le sono arrivate diverse altre mail destinate alla omonima sposata. Mail con scansioni di documenti importanti, con biglietti aerei, con richieste di autorizzazioni per far giocare bambini su internet. Che io voglio dire, o tutta questa gente è idiota, e si scorda ogni volta due numeri, oppure c'è qualcosa che non va in gmail, come diceva anche Goldie.

Comunque...

Qualche settimana fa, udite udite, mentre Indiana Michi era a Roma a fare cose tristi, arriva una mail.

Fattura on-line di Victoria's Secret, negozio di New York.


tipo Primark, per capirci.... fonte

Gentile cliente, 
ecco la fattura on line per il suo acquisto di 10 minuti fa nel nostro negozio.
Sono di seguito riportati gli articoli acquistati.
N° 4 culottes di cotone stampato a colori improbabili.

Grazie mille arrivederci.

Che voglio dire, nemmeno per procura riesco a fare finta di essere una persona di successo e sofisticata, in un negozio pieno di queste il mio alter ego e-mail va a comprare queste.

Ho scritto alla mia omonima sposata, chiedendole se si trattava di lei (avrei anche voluto complimentarmi per la scelta in linea con i miei standard ma pareva brutto).

No, non era lei

Insomma, in giro c'è un'omonima sconosciuta di Indiana Michi che va a comprare mutande improbabili in uno dei negozi di biancheria più chic della Grande Mela.

Mi fate un favore? Se la incontrate poteste per cortesia guidarla verso il reparto delle cose guardabili (mi accontento di poco)? Così, almeno sulla mail, posso far finta di essere una persona sofisticata e di successo....

martedì 5 novembre 2013

Momenti

Ci sono momenti in cui vorresti avere la voce per urlare, e invece non riesci nemmeno a mettere una parola dietro l'altra.

In cui vorresti avere il superpotere di regalare un sorriso a chi ne ha bisogno e invece non riesci nemmeno a immaginare qualcosa da dire.

In cui vorresti avere la forza di fermare questa valanga inarrestabile, e invece non hai nemmeno il coraggio di guardarla cadere.

In cui vorresti poter fare qualcosa, qualsiasi cosa.

E invece rimani lì fermo, con il telefono in mano, e le sole parole che ti vengono in testa sono "ti prego, fa' che non sia come penso".

E aspetti.


P.S. Scusate, sono momenti. Passeranno. Comunque sto bene, tranquilli, non si tratta di me, né di AmicoG, né della mia famiglia.