giovedì 31 ottobre 2013

Indiana Michi, AmicoG e i neutrini

Ci sono tanti modi per gestire le relazioni a distanza. C'è chi si fa millemila ore di viaggio (fatto), chi chiama 18 volte al giorno (fatto), chi sfrutta la tecnologia (skype. whatsapp, viber, Imessage, hangout, icq, facebook eccetera; fatto), c'è chi tenta (invano) di trovare qualcuno disposto a costruire l'apparecchio per il teletrasporto (fatto), c'è chi abbraccia il computer (fatto), c'è chi abbraccia i peluches (fatto).

Però Indiana Michi e AmicoG non si fermano qui.

Indiana Michi e AmicoG per sentirsi vicini sfruttano non solo la tecnologia ma anche la fisica (portate pazienza, è un altro post scientifico-nerd, se non ve la sentite di continuare non mi offendo).

Quando sono vicini amano scambiarsi fotoni. Apparentemente gli esseri umani emettono fotoni nella radiazione dell'infrarosso, sotto forma di calore in pratica, ma possono essere percepiti solo stando vicini.

 da qui


E se stanno lontani? Se stanno lontani ripiegano sui neutrini.
I neutrini (foto sotto) sono particelle subatomiche molto simpatiche, (nonché evidentemente romaniste) che viaggiano alla velocità della luce e attraversano la materia senza essere deviati da essa (il tunnel della Gelmini docet).


sempre da qui

E quindi praticamente se un neutrino attraversa una persona a caso (mettiamo per esempio Indiana Michi), poi può passare indisturbato attraverso qualsiasi cosa, compresa la crosta terrestre, e attraversare poi un'altra persona (mettiamo per esempio AmicoG).

Ma quali sono le probabilità che ciò accada? Ma che domande!!! Ovviamente AmicoG ha fatto il calcolo! Considerando posizione geografica di entrambi, rispettiva superficie corporea e un altro po' di cose (con un po' di approssimazione) ci scambiamo poco più di un neutrino al minuto (anche se siamo consapevoli che dobbiamo migliorare i calcoli, ci sono troppi fattori che non abbiamo preso in considerazione, non va mica bene!)

Ma non basta! Per rendere il tutto ancora più romantico AmicoG ha anche creato un programmino che mi dice quanti neutrini condivisi mancano al nostro prossimo incontro.


(copyright AmicoG. Prego notare il neutrino che decade in un cuoricino)

Al momento sono circa 8566.

Non vedo l'ora che arrivino a 0, che la percentuale di neutrini condivisi sul totale si massimizzi, e che sia finalmente possibile scambiarsi fotoni :)

13 commenti:

  1. sarà deformazione professionale, ma io propendo per i fotoni! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. come darti torto? anche io, ma in mancanza dei fotoni si ripiega sui neutrini.... :*

      Elimina
    2. Come darti torto! :D

      ---Alex

      PS = anche se i tuoi fotoni sono sempre due ed a picche! LOL

      Elimina
    3. Non è vero, secondo me i suoi fotoni sono semplicemente mal percepiti (evidentemente da gente che non sa distinguere un fotone da un tostapane)

      Elimina
    4. in realtà l'irradiazione dei miei fotoni, quando avviene per emissione stimolata e non spontanea, genera il clone del fotone iniziale con conseguente produzione di una coppia fotonica che, in quanto coppia, viene comunque inizialmente percepita come un due, indipendentemente dal segno. se ci aggiungi il naturale decadimento con perdita di energia sotto forma di fonone, va da se che si tenda a interpretare la cosa con un triste escuro picche!

      Elimina
  2. Non so se entusiasmarmi per cotanta nerditudine o preocuparmi ;)

    ---Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. io fossi in te mi preoccuperei... però almeno ci divertiamo con poco, no? ;)

      Elimina
  3. Uhm, i neutrini sono un po' impercettibili per emozionare come i caldi fotoni IR, però sono sempre meglio di niente e soprattutto è molto divertente il neutrino che decade in un cuoricino!

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.