mercoledì 23 gennaio 2013

Il giallo del libro giallo*

C'era una volta una Nonna Sprint che compieva 90 anni il 21 di gennaio.

Indiana Michi sapeva che avrebbe dovuto festeggiare l'evento in modo adeguato. Decise che avrebbe regalato alla Nonna Sprint un libro scritto apposta per lei dalla scrittrice di libri su misura più brava del web: la mitica Jane Pancrazia Cole.

un bellissimo disegno di Jane tratto dalla sua pagina Facebook


Così con un congruo anticipo di due mesi le due donzelle iniziarono ad organizzarsi per realizzare il libro del secolo: Indiana Michi se ne stava in panciolle e ogni tanto mandava qualche informazione via mail, mentre la povera Jane Pancrazia sgobbava per ideare, scrivere, illustrare e rilegare un libro degno della grande occasione. Optarono per un libro giallo, adatto allo spirito, alla verve e al brio della meravigliosa Nonna Sprint.

Il libro era pronto. Jane Pancrazia lo accarezzò un'ultima volta, lo chiuse in un pacchettino, lo diede ad un corriere e lo mandò a Indiana Michi, in un posto sicuro dove non potesse venir perso.

E qui, miei cari, inizia la vera storia. Jane, lo sappiamo tutti noi amici di blog, è una professionista. Ma non pensavo che arrivasse ad architettare un giallo nel giallo, e lo riuscisse a realizzare con tale maestria.

Il pacchetto lasciò le mani della scrittrice il 15 di Gennaio. Il 17 di Gennaio il corriere avvisò che era stato consegnato al portiere del LuogoDiFiducia. La prova dell'avvenuto scambio era la firma di una signora Perfettini, effettivamente impiegata nella portineria del LuogoDiFiducia.

E da qui si perde ogni traccia del libro.

La signora Perfettini nega di averlo ricevuto.

Il registro dove vengono segnati tutti i pacchi arrivati nel LuogoDiFiducia non presenta alcuna voce associabile al libro.

Il registro del segretario del LuogoDiFiducia non registra il passaggio di nessun pacchetto associabile al libro.

Ebbene si, Jane ce l'ha fatta. Ha creato un giallo nel giallo, tanto avvincente da lasciare con il fiato sospeso. Il giallo del libro giallo.



Dove sarà mai il libro per la NonnaPreferita?

Sarà forse stato sottratto dal baldo corriere, che innamoratosi dei ricci voluttuosi della signorina Cole ha cercato uno stratagemma per conoscerla meglio e poterla rivedere?

Sarà stato rubato dalla Signora Perfettini, da sempre segretamente innamorata della scrittura per poterlo presentare come suo e vincere il Nobel per la Letteratura?

Sarà stato rubato da un ladro di opere d'arte che, travestito da Signora Perfettini ha preso il pacco per rivenderlo sul mercato nero e divenire finalmente miliardario?

Le investigatrici Indiana Michi e Jane Pancrazia sono tuttora alla ricerca della verità, stay tuned!

*si ringrazia Jane per il titolo... e tutto il resto! :)

13 commenti:

  1. Uahauhauaha!
    Fantastica!
    Qua, come già sai, si ride per non piangere.

    A me, comunque, la signora Perfettini non la conta per niente giusta!

    Per fugare qualsiasi dubbio. Vorrei ribadire ai lettori che il libro esiste davvero, Michi l'ha visto, può testimoniare, il mio non è un crudele raggiro.

    Michi, la NonnaSprint ed io siamo tutte e tre vittime delle circostanze ma l'"opera d'arte" prima o poi verrà fuori.
    Ed il colpevole sarà corcato di mazzate da me medesima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. certo che il libro esiste, l'ho letto in formato digitale ed è bellissimo, e sarà l'oggetto di un post a sé.
      Domani le indagini proseguiranno, e il/la colpevole verrà debitamente mazziato anche da me, lo prometto!

      Dai Jane, ce la faremo!!!!!

      Elimina
  2. Consiglio a Jane e Michi di rivolgersi a Dirk Gently, fa cose incredibili. Se non lo trovate provate come Svlad Cjelli.

    RispondiElimina
  3. Io chiamerei il commissario Montalbano... ;-)

    ---Alex

    RispondiElimina
  4. E nerchè? non vi fidate d Jane e Michi? Io sono sicurissima che ce la faranno da sole senza problemi ;)

    RispondiElimina
  5. Secondo me la signora Perfettini se l'è intascato, altrochè non è mai arrivato!! Ce l'avrà in salotto in bella mostra, spacciando se stessa come la protagonista designata!
    Michi, Jane, teneteci aggiornatevi. Come nei migliori gialli di Agatha Christie, vogliamo conoscere il (lieto) fine!

    RispondiElimina
  6. Meno male che era il LuogoDiFiducia! la prossima volta fallo recapitare al bar all'angolo... ;)

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.