mercoledì 31 ottobre 2012

Premiato B&B Indiana Michi #2: AmicaLettrice e AmicoHacker (in pillole)

N.B.: il post potrebbe risultare criptico.

L'angoscia di non sapere se erano arrivati e accoglierli sulla porta di casa a male parole (sorry, mi sono lasciata trasportare)

Le chiacchiere fino alle tre di notte

Il ristorante thai e i ravioli non di Giovanni Rana

La stele di Rosetta, la mummia per bambine e la papera da bagno William Shakespeare.

Peter Andrè, Thor, i Lego, le decorazioni natalizie.

Il cinese lurido e la videochiamata con AmicoStellare per testare il nuovo telefono (questa però è un'altra storia).

Il negozio M&M's

Le chiacchiere fino alle 3 di notte, scoprire di avere un fratello gemello (con genitori diversi) e non averlo mai saputo.

Portobello Road, Notting Hill, la metro perduta, il Borough market, Fish and Chips e il GELO.

Il tè da Starbucks.

Il GELO.

Molle da ponte, bulloni e sorprese.

Il GELO.

Il violinista irlandese e le zucche vuote.

Il GELO.

Vietato l'ingresso agli adulti non accompagnati da un bambino. Vietato l'ingresso ai bambini grandi. Brutti antipatici, non si fanno così i parchi giochi.

IL GELO.

Foto turistiche, foto assurde, foto che non vengono, foto nerd, foto spettacolari.

Il GELO

La libreria bellissima, gli alter Lego, i fantasmi sui roller.

Il GELO.

La cheesecake più buona dell'universo.

Sorpresa!

Quark, la primavera, commozione.

Le chiacchiere fino alle 3 di notte, consigli. 

Sveglia presto per loro, io mi crogiolo nel lettino caldo.

Museo della Scienza.

Alan Turing, l'entscheidungsproblem, Enigma, la guerra, la crittografia.

L'Apollo.

I giochini nerd, l'utilità di essere un ingegnere, un nuovo amico nerd, il record imbattibile, gli aerei, "faccia di bronzo e gli zombies". 

Gli orsi, i souvenir kitch, le foto sceme, il presepe con John Lennon, il porta biscotti orribile, il porta candelina inguardabile, dov'è Wally?

Alla ricerca della zucca perduta, la crema di zucca.

Le foto, ridere come scemi fino alle 3 di notte.

Il diluvio universale

Il Ritz, Pottea e le sue sorelle. 

Pollo e il furto dello yogurt.

Notting hill, ridere come scemi fino alle tre di notte.

Colazione inglese.

Huston, abbiamo un problema.

A cosa servono gli amici.

Passeggiata, il pilgrim's progress, Eliza Doolittle, i cookies e il quadernino stellato.

Tè giapponese con lo zucchero, problemi di bacchette.

Gli ultimi desideri londinesi da esaudire.

Prepararsi alla partenza.

Tornate presto, vero??????


una foto su tutte: cerchietto natalizio

venerdì 26 ottobre 2012

Io non sono "choosy". E infatti si vede.

Con qualche giorno di ritardo mi accingo a parlare della quantomeno infelice uscita del Ministro Fornero.
Fondamentalmente ritengo che sarebbe stato meglio evitare di dire la frase in questione, ma non posso darle completamente torto.

Io mi sono laureata in archeologia, settore fortemente in crisi da molti anni, e fin dall'iscrizione all'università i miei genitori mi hanno chiaramente detto "noi ti appoggiamo qualunque sia la tua scelta, ma devi essere consapevole fin da ora che se scegli un corso di laurea "difficile" è molto probabile che un giorno tu per mantenerti debba accontentarti di fare un lavoro diverso da quello dei tuoi sogni." E non ci vedo niente di strano, purtroppo alcuni settori sono più in crisi di altri e questo va tenuto presente. Piacerebbe a tutti vivere nel mondo ideale, ma il mondo reale è che in alcuni campi il lavoro non c'è, e in altri ce n'è poco, e in Italia in generale siamo messi peggio che in altri paesi. E purtroppo nessuno ha ancora trovato il modo di andare a vivere nel mondo ideale.

Quando è arrivato il momento della scelta di vita avevo due strade: il lavoro dei miei sogni all'estero, o un lavoro qualunque a casa (e per qualunque intendo commessa o simili). Il lavoro dei miei sogni in Italia non c'era, non c'è, e sembra che non ci sarà almeno per un bel po'.

Ho scelto di partire, e ho accettato tutto ciò che questo comporta. E mi sono sacrificata per raggiungere ciò che volevo.

Negli ultimi 10 anni ho vissuto in 9 case diverse, distribuite in 8 città, di 5 paesi europei. Ho imparato due nuove lingue da zero, ho perso un sacco di amici, ho portato avanti una relazione a distanza per 5 anni, ho vissuto il cancro di mio padre da 1000 chilometri di distanza (e solo per un caso ero lì a dargli un bacio mezz'ora prima che morisse).

E la gente continua a dirmi che sono fortunata a vivere all'estero, ad essere pagata dignitosamente, ad avere tanta esperienza, a conoscere tante persone. E me lo dice gente che "io però l'inglese non lo so", o "io non riuscirei mai stare per un intero mese lontano dalla mia ragazza", o "no l'erasmus non se ne parla che come faccio a vivere in un paese straniero?" o "no, al nord non ci potrei stare il tempo fa troppo schifo". Beh, allora non lamentarti che sei disoccupato!

E no, non sto generalizzando, ce ne sono di persone così*. Alcuni anni fa mandai un'offerta di lavoro veramente eccezionale (ben pagata, prestigiosa, interessante e con pochi obblighi) a tutti i miei amici che potevano essere interessati, ad alcune mailing list e ad alcuni docenti del campo. Nessun italiano fece domanda, e le stesse persone oggi vengono da me a lamentarsi che non hanno lavoro, e che io sono fortunata ad averlo.

No, non sono fortunata, ho solo deciso di sacrificare fortemente la mia vita personale per il mio lavoro, e sono stata ripagata dei miei sforzi.

Non sono stata "choosy", e si vede.

*e sono convinta che la Fornero si riferisse alle persone di questo tipo, non a chi tutti i giorni si dà da fare con fatica per tirare avanti, o raggiungere i propri sogni.

venerdì 19 ottobre 2012

W i complimenti!!!

Un po' di tempo fa,

Indiana Michi: " E poi dobbiamo assolutamente andare a vedere l'Apollo 10, sei venuto qui per questo, no?"
ADBlues e AmicoStellare (indipendentemente l'uno dall'altro)"Mica vengo a Londra per l'Apollo 10, ci vengo per vedere te!"

Apollo 10, Foto di ADBlues
Stasera, chattavo con ADBlues mentre vedeva un video sullo shuttle.


Alex: scusa se non ti ho risposto, ma sto vedendo un video bellissssimissimo sullo shuttle!
Indiana Michi: vabbè mica posso competere con lo shuttle.... ;)
Alex: il contrario casomai!

Non sono splendidi i miei amici? Fra un po' mi monto la testa, sappiatelo ;)

da qui

mercoledì 17 ottobre 2012

Balada

Ecco, ci mancava solo questa. Dopo l'assenza di acqua calda e l'acqua che cade dal tetto un bel febbrone correlato di raffreddore e sinusite era proprio quello che ci voleva.

Mi sembra di essere uno dei Beatles nel periodo psichedelico, ho le visioni tipo Yellow Submarine (il film)



..hhhhhhhhhhhhhhh..

e non respiro...


Ma poi torno eh, promesso!

mercoledì 10 ottobre 2012

L'inaugurazione del B&B: gli AmiciSpaziali

Premessa: AmicoSpazialeMatrix da ora in poi si chiamerà BiondoDioDelTuono. Perché è come Thor. No, non come Chris Hemsworth, proprio come Thor: è biondo, è bello (ma quello è compreso nel biondo), è di una gentilezza incredibile e quando si arrabbia fa piovere in casa con la semplice imposizione delle mani.
AmicoSpazialeStartrekkiano invece verrà rinominato AmicoStellare. Perché di amici spaziali ne ho tre, ma lui è quello più stellare. Intanto sa tutte le costellazioni e tutti i miti del cielo di qualsiasi stagione e qualsiasi latitudine, poi in questo fine settimana ha compiuto per me un lavoro davvero stellare, ma non anticipiamo troppo. Per chi fosse interessato, il superpotere di AmicoStellare è quello di avere idee geniali.

AmicoStellare e BiondoDioDelTuono sono arrivati venerdì e io avevo già deciso i piani per il week end. Le priorità erano due: aprire il cofanetto di The Big Bang Theory che ho comprato appena arrivata a Cambridge e vedere almeno un po' di puntate in compagnia di persone all'altezza (si, lo ammetto, non lo avevo mai visto) e attaccare le stelle fosforescenti sull'armadio in modo scientificamente ineccepibile. Senza dimenticare nel frattempo di festeggiare con un Pimm's la fine della mia tesi (consegnata al professore, per lo meno, sperando non ci metta 2 anni a correggerla).

E quando non eravamo impegnati in queste importanti attività è stata una sarabanda di passeggiate, musei, mercatini, colazione all'inglese, acquisti Lego, cheesecake, navi della seconda guerra mondiale, sole, pioggia in casa, fotografie, acqua calda che il fine settimana sparisce*, uscite fuori dal Tufnell del divertimento (cit), cene giappo/thai, videogiochi, wok fatto in casa (che per fortuna che è andato bene, che io a cucinare per gli altri mi emoziono sempre e rischio di fare pastrocchi), acquisti manga, Cheddar. E naturalmente puntate di The Big Bang theory (bellissssssimoooo!!!!), stelle fosforescenti e Pimm's.

Prego notare il copripiumone "Indiana Michi Style". Dall'altra parte è a bolli degli stessi colori.


Indiana Michi, normalmente astemia, in preda alla ridarola 
da 25 cc di Pimm's (N.B.: tasso alcolico del 4%)

Che meravigliosa preparatrice di cocktail, eeeehh????

Siamo stati al museo della scienza ed era bellissimo vedere entrambi i miei amici con gli occhi che brillavano fra lo Sputnik e l'Apollo, a spiegarmi tutte le caratteristiche di tutti i razzi, delle missioni e degli astronauti. Ci sono stati 10 minuti di silenzio commosso di fronte all'Apollo 10, e io che cercavo di tirarli via perché erano le 5 e mezzo e volevo portarli anche ai giochini fisici. Che abbiamo visto solo per un quarto d'ora, perché quegli antipatici del museo ci hanno fatto andare via 15 minuti prima della chiusura. Ma ci vendicheremo, e torneremo presto per farli tutti.

non siamo bellisssssssimi? (la telecamera ad 
infrarossi ingrassa un po', sappiatelo)

E poi chiacchierate, risate, prese in giro. Per citare AmicoStellare:


divertitevi a trovare le costellazioni... a parte quella
 in alto a sinistra che nella foto è tagliata e la stella
in basso a sinistra che è singola ;)


"ripensando alle giornate passate insieme, il momento più bello forse è stato proprio quando ci siamo fermati l'ultima sera a chiacchierare nel letto sotto le coperte e a guardare il tuo armadio stellare. Le cose nerd sono belle, ma gli amici lo sono di più ! ^_^"

Ecco, non avrei potuto dirlo meglio.

Vi voglio bene, grazie per lo splendido week end!


*poi vi racconterò della casa, diciamo che ho ancora qualche problema.


lunedì 8 ottobre 2012

Dedicato a Cambridge

27 settembre

Un abbraccio

qualche lacrimuccia

l'arcobaleno


il tramonto



ed ecco finita la mia avventura.




If I should stay
I would only be in your way
So I'll go
But I know I'll think of you every step of the way
And I... will always love you
......

domenica 7 ottobre 2012

Partenza


26 settembre 2012

Ancora una volta parto.

Nuova città, nuova casa, nuovo lavoro, nuovi colleghi.

Paese e lingua rimangono gli stessi (per fortuna, se no il cervello mi andava in tilt).

Cambridge non poteva regalarmi di più: persone splendide, un lavoro nel posto più bello a cui potessi aspirare, una città di cui innamorarsi, una bella casa, un'estate indimenticabile.

Sarà difficile fare di meglio.

Dai Londra, ti sfido! Mostrami cosa sai fare!


da google maps


comunicazione di servizio

Ehilà, ben ritrovati!
Perché ci siete, vero?
Ci sono anche io, appena riemersa da un mese pieno di emozioni e novità.

Non riesco a dirvele tutte insieme, ci vorrebbe un posto lungo quanto un libro, quindi pian pianino vi aggiornerò, una volta al giorno, delle ultime avventure.
Pronti?
VIA!