giovedì 5 luglio 2012

Indiana Michi e gli auricolari

Come richiesto da Wide ecco la storia dei 4 auricolari comprati, nessuno arrivato sano e salvo a casa.

A me gli auricolari normali (figura 1) non si reggono. Quei due ciccetti di cartilagine che nelle persone normali stanno verso l'interno, e reggono gli auricolari, nelle mie orecchie sono piegati verso l'esterno, e gli auricolari cascano. Con Indiana Papa' (che aveva lo stesso problema) abbiamo fatto uno studio comparativo, che come risultato ci ha convinto dell'impossibilita' fisica di indossare auricolari di quel tipo. A meno di reggerli con lo scotch (si, una dodicenne Indiana Michi ha fatto anche questo, ma non e' che fuunzionasse un gran che).



Ma negli ultimi anni (giubilo) si e' diffusa una nuova generazione di auricolari (figura 2) che si infilano direttamente nell'orecchio, e quelli si che mi si reggono. Felicita'.



Quando vivevo a Londra ne avevo trovati un paio spettacolari, rosa shocking, economicissimi, perfetti. Che dopo un paio di anni si sono rotti. E in Germania ne ho comprati un altro paio, bianchi , di marca stavolta, costosetti ma ottimi. Che dopo un anno si sono rotti (decisamente quelli rosa erano meglio).
Ed eccoci all'inizio della nostra storia.

Alla ricerca degli auricolari.

Ora che sono in UK sono tornata allo stesso negozio dove avevo comprato quelli rosa, ora ne hanno almeno una ventina di tipi diversi, ma non quelli li'.

Ne prendo un tipo che sembra affidabile, bianchi.

Non mi entrano nelle orecchie, non mi si reggono.

Vabbe', ne prendo un altro tipo. Rossi.

Bellini. Molto bellini. Ma dopo una settimana uno smette di funzionare.

Vado all'aeroporto per il viaggio famoso e ne provo un altro tipo.

Ora, perdonatemi, ma non riesco a ricordarmi quale fosse il problema, ma o non funzionavano o non mi entravano nelle orecchie.

Ritorno nel negozio un po' demoralizzata. Inizio a sentirmi a disagio. Perdo un quarto d'ora a cercare di capire quale forma (e sono tutti apparentemente identici) possa entrarmi nell'orecchio. Stavolta chiedo consiglio al tizio del negozio. "Questi!!!" Sono splendidi! Funzionano benissimo!"

E infatti... hanno il microfono integrato, sul telefono lo fanno impallare, sul computer direttamente non funzionano. E, per colmo di felicita', non mi si reggono nelle orecchie.

Ok, inizio a stufarmi. Faccio presente al commesso il problema e me ne da' un altro paio.

Paio che appena aperto si disintegra completamente. Uno dei due auricolari si e' semplicemente staccato dal resto nel momento in cui sono salita in aereo.

Ma non demordo. Appena trovo lo stesso negozio nel posto in cui sono atterrata entro e spiego il problema. Mi capiscono (devo aver avuto un'aria decisamente sconvolta) e me li cambiano con un altro paio di auricolari, rosa. Di cui loro non sono convinti: non costrano 120 euro, ergo non e' certo che siano buoni, ma se io dovessi spendere 120 euro per ogni auricolare che compro sarei finita sul lastrico tre auricolari fa.

Li provo, dubbiosa.

Splendidi.

Mi entrano.

Non cadono.

Funzionano.

Non si rompono.

Non fanno rumori strani.

Non mi impallano il telefono.

Meraviglioso, no?

NO

Me li sono persi due giorni nel passaggio fra capitale europea 1 a capitale europea 2.



Ma il caro vecchio stereo a volume imbarazzante appoggiato sulla spalla come lo vedete???



20 commenti:

  1. Lo vedo ottimo!

    Comunque dovresti mandare questo post alle case produttrici di auricolari, magari ti prendono come collaudatrice!

    ---Alex

    RispondiElimina
  2. Oh... anche a me cascano, infatti ne avevo usati per un po' di quelli che si reggono sull'orecchio... oh ma dopo un po' che male.
    Come rinunciare agli auricolari.
    Ed usare le care vecchie cuffiette... con tanto di microfono, fa tanto Garcia. (No, non quello di zorro)

    Pensavo di averci le orecchie strambe io... felice di sentirmi meno sola!
    E se parla di orecchie strambe una che per nickname usa rabb-it... no ecco... vado.
    Ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma guarda, adesso le cuffione enormi tipo dj vanno pure di moda, basta che siano di colori improbabili ;) Oppure rilanciamo la moda dello stereo in spalla :)

      Elimina
    2. Siamo almeno in 3! (Nota per gli ultra-nerd che bazzicano numerosi questo blog: in questo caso il punto esclamativo è un segno di punteggiatura e non il simbolo di fattoriale, anche se d'altra parte è possibile che il totale delle persone con le orecchie strane possa anche arrivare a 6).
      Anch'io ho risolto con gli auricolari che si reggono sull'orecchio, e a me non fanno male: evidentemente, come diceva Tolstoj, le orecchie normali sono tutte uguali, mentre le orecchie strane sono tutte diverse fra loro.

      Elimina
    3. ecco perchè adoro i miei amici nerd, siete spettacolari! E comunque secontiamo Indiana Papà ne mancano solo 2 per arrivare a 3! (e questa volta non è un segno di punteggiatura)

      Elimina
  3. eccomi: sono la quarta (a me gli auricolari "normali" proprio non entrano!) Avevo trovato un unico modello adatto alle mie micro-orecchie, ma è defunto dopo svariati anni di servizio...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qui, sempre nel solito negozio, ce n'è un paio particolarmente piccolo, se vuoi ti mano il link (se lo trovo su internet..)

      Elimina
  4. Io ormai ho capito una cosa: una volta che hai trovato gli auricolari giusti, segnati il modello e fanne scorta finchè puoi.
    Ora mi si sono rotti e li sto' continuando a riparare/risaldare ogni volta che si rompono. E' l'unico modo, almeno finchè non riesco a ritrovare lo stesso modello ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. eh, fossimo tutti nerd come te! Ma io se mi si rompono non sono in grado di fare altro che buttarli!
      Seguirò il tuo consiglio, se li ritrovo ne compro a vagonate :)

      Elimina
  5. L'auricolare è uno strumento del dimonio creato per causare sofferenza al genere umano e allo stesso tempo dipendenza :-D
    Io non so se sono le mie orecchie ma ho sempre sofferto ad infilarmi questi cosi...dopo pochi minuti fanno male e ho voglia di staccarmi le orecchie. Io sarei per le care vecchie, comode ed imbottite cuffie.
    Rivaluterei anche lo stereo in spalla...ha un certo che e favoriva la socializzazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sii felice, le maga cuffie da DJ pare che siano tornate di moda... Se non fossero così scomode da portare in borsa io un pensierino lo farei !:D

      Elimina
  6. grazie cara del racconto, esilarante e tra l'altro anche io impazzisco sempre con gli auricolari!!! un bacione...sonoro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma grazie a te del bacione! (ma non sulle orecchie vero??? Che poi mi schiocca il timpano e fa malissimo!!!! ;) )

      Elimina
  7. Mitico radione! Quanti ricordi... Per gli auricolari io consiglierei sempre di comprare i più economici in assoluto, almeno se li perdi, ciccia. Però considera che io non ho orecchie particolari, anche se non li sopporto per più di un certo tempo (mi fanno male)!
    biba

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Biba!
      Sarebbe la mia strategia, ne ho comprati di un pochino più costosi solo in Germania, non ne trovavo nessuno economico con la forma che mi stava bene :)
      E li perdo e li rompo comunque, sia che costino 10 centesimi, sia che costino 100 euro (no a 100 euro non ci sono MAI arrivata ;) )

      Elimina
  8. Io invece riesco a mettermi i primi che hai mostrato, mentre con quelli di nuova generazione ho un sacco di problemi. Non riesco a mettermeli °_°

    RispondiElimina
  9. +1 Anche le mie orecchie sono progettate male... almeno quanto certi auricolari!!! La soluzione definitiva? Il chirurgo plastico!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. mmmh... quasi quasi se continuo a perdere auricolari la soluzione definitiva finisce con l'essere la più conveniente! ;)

      Elimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.