venerdì 8 giugno 2012

Intelligenza superiore

Ieri mattina, prima della fatidica vittoria su Murphy ne ho combinata un'altra delle mie.
Mi sono svegliata alle 6 non si sa per quale motivo (o meglio, si sa benissimo: qui fa mattina alle 3 e mezzo circa, alle 6 sembra di essere a mezzogiorno...) e mi sono messa a lavorare.

Tutto funzionava bene, ma ad un certo punto mi sono accorta con orrore che era tempo di uscire.

Portafoglio.... eccolo

Devo ricordarmi il caricabatterie del computer....

Cappello (si, fa freddo, porto ancora il cappello).... nella borsa

Pranzo... no, oggi mangiamo tutti fuori.

Stick USB con tutti i dati... messo in tasca.

Caricabatterie... caricabatterie...

Chiavi... in tasca no.... sul tavolo no... ah eccole!

Libro... presente.

Badge... nel cassetto... preso.

Quaderno... eccolo qui.

Caricabatterie, caricabatterie...

Ok, si può uscire.

Chiudo la porta di casa

Ah no! I cellulari!

Riapro la porta di casa, prendo i cellulari (uno inglese e uno italiano)

Ora sì.

dal sito della moleskine


Arrivo al lavoro e apro lo zaino.
Sììììì!!!
Mi sono ricordata il caricabatterie del computer!

...


...


...


...


...



È solo il computer che è rimasto a casa......



8 commenti:

  1. Il facepalm di Picard ci sta tutto... Anche se ancora dobbiamo organizzare la serata startrekkiana!

    RispondiElimina
  2. Brava, migliori vistosamente!

    ---Alex

    RispondiElimina
  3. Praticamente esci di casa portandoti dietro un bagaglio a mano da aereo!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. no, il mio zaino pesa troppo per essere un bagaglio a mano!!! ;)

      Elimina
  4. successo uguale: l'anno scorso sono arrivata a Roma con l'accumulatore. Ma senza macchina fotografica. S&S (Scienza&Sviluppo)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie cara, mi consola di sapere che non sono la sola (ma i livelli del post successivi non li hai raggiunti, vero?)

      Elimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.