giovedì 29 marzo 2012

Paleontologhe sull'orlo di una crisi di nervi - Epilogo

Indiana Michi ha un brutto rapporto con il computer e con la statistica.
Di base io ho un centinaio di milioni di numeri, devo solo riassumerli, avere un p-value, un valore che mi dica "dati buoni" o "dati cattivi". Mica sarà difficile no?
Un paio di settimane dopo ho un congresso in cui devo presentare un poster su questi dati ai più importanti scienziati del mio campo, ma due settimane sono un sacco di tempo, no? Ce la faccio a finire 45 volte!

Il programma che usavo di solito mi dà un risultato assolutamente insensato e in contraddizione con se stesso, quindi ho deciso di mandarlo a quel paese e di cambiare metodo.


C'è uno script gratuito utilizzato dal 99% degli scienziati nel mio campo per fare quello che devo fare.

Lo scarico e lo lancio.

Errore.

Controllo... ah si, vedo l'errore.


Altro errore.

Mo' non so che fare, il codice è quello, i dati pure.

Cerco l'errore su internet. Non esiste.



Voglio dire: centinaia di scienziati che usano questo stesso script, e una sola persona che ha questo errore incomprensibile. Chi è la persona in questione? IO.


Ho passato le mie giornate a cercare di programmare in modo da trovare l'errore, e le nottate a sognare di programmare mentre urlo implorando per un p-value.



Poi a 2 giorni dalla stampa del poster ho potuto parlare con una mia amica e collega che mi ha risolto il problema (dati importati come lettere invece che come numeri).

Poi scrivo il poster e lo stampo.

Controllo per la 4000esima volta l'articolo originale e ho preso i numeri sbagliati, non sono i dati che mi servono ma altri.


...

...

...

...

...

Dopo un certo periodo di panico scopro che no erano proprio loro i numeri.

Ora sono più o meno così



Abbiamo appena trasmesso: paleontologhe nel pieno di una crisi di nervi. E il congresso non è nemmeno cominciato...


11 commenti:

  1. Viva le nerd-paleontologhe!!!!

    :-D

    ---Alex

    RispondiElimina
    Risposte
    1. di questo passo bisognerebbe scrivere sopravVIVAno :D

      Elimina
  2. Ahahah... No, ma questa è sfiga! :P
    Pure se non sono del campo, hai tutta la mia comprensione e solidarietà! :)

    RispondiElimina
  3. no, non è sfiga (se no ci sarebbe stato Murphy nelle tag). È che sono fuori di testa in questo periodo :)

    RispondiElimina
  4. La soluzione è:
    Keep Calm & Cuba Libre!
    (oppure il tuo drink preferito...)

    RispondiElimina
  5. Oh porcu sciampìn!

    ...riuscirà la nostra eroina a trarsi d'impiccio entro l'inizio della conferenza? Lo scopriremo nella prossima avvincente puntata di "Paleomichi e il p-value"!


    La risposta ovviamente è sì, magari invece di finire 45 volte finisci solo 20. Solo che mi è venuta in mente la frasetta finale di alcuni cartoni ;o)

    ...e adesso vado a cercare cos'è un p-value

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in realtà non mi serviva esattamente un p-value, mi serviva un valore che riassumesse tutti i miei dati e dicesse "questi dati sostengono l'ipotesi proposta" oppure il contrario :)

      Elimina
  6. I poster sono importanti.
    Perchè sarà a loro l'ardua sentenza.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.