giovedì 29 marzo 2012

Paleontologhe sull'orlo di una crisi di nervi - Epilogo

Indiana Michi ha un brutto rapporto con il computer e con la statistica.
Di base io ho un centinaio di milioni di numeri, devo solo riassumerli, avere un p-value, un valore che mi dica "dati buoni" o "dati cattivi". Mica sarà difficile no?
Un paio di settimane dopo ho un congresso in cui devo presentare un poster su questi dati ai più importanti scienziati del mio campo, ma due settimane sono un sacco di tempo, no? Ce la faccio a finire 45 volte!

Il programma che usavo di solito mi dà un risultato assolutamente insensato e in contraddizione con se stesso, quindi ho deciso di mandarlo a quel paese e di cambiare metodo.


C'è uno script gratuito utilizzato dal 99% degli scienziati nel mio campo per fare quello che devo fare.

Lo scarico e lo lancio.

Errore.

Controllo... ah si, vedo l'errore.


Altro errore.

Mo' non so che fare, il codice è quello, i dati pure.

Cerco l'errore su internet. Non esiste.



Voglio dire: centinaia di scienziati che usano questo stesso script, e una sola persona che ha questo errore incomprensibile. Chi è la persona in questione? IO.


Ho passato le mie giornate a cercare di programmare in modo da trovare l'errore, e le nottate a sognare di programmare mentre urlo implorando per un p-value.



Poi a 2 giorni dalla stampa del poster ho potuto parlare con una mia amica e collega che mi ha risolto il problema (dati importati come lettere invece che come numeri).

Poi scrivo il poster e lo stampo.

Controllo per la 4000esima volta l'articolo originale e ho preso i numeri sbagliati, non sono i dati che mi servono ma altri.


...

...

...

...

...

Dopo un certo periodo di panico scopro che no erano proprio loro i numeri.

Ora sono più o meno così



Abbiamo appena trasmesso: paleontologhe nel pieno di una crisi di nervi. E il congresso non è nemmeno cominciato...


martedì 27 marzo 2012

Scuola (post criptico)

Io ho sempre odiato quelle persone che dicono "il compito era troppo difficile, ho fatto schifo, sicuramente ho preso insufficiente" e poi prendono ottimo....
Ma va detto che "la fine giustifica quello che c'è in mezzo" ;)

lunedì 26 marzo 2012

Paleontologhe sull'orlo di una crisi di nervi

Ieri sera, mentre il computer macinava le sue ore e ore di analisi, visto ce non potevo fare altro mi sono messa a giocare a prato fiorito.

Partita persa. Appare una finestrina: la percentuale di partite vinte è dello 0%.

Eh no, cavolo, una media del tempo per partita, delle mine localizzate e di quelle sbagliate non ce la metti? E le standard deviations???

Confermo, sto proprio messa bene....

domenica 25 marzo 2012

sabato 24 marzo 2012

Alti e bassi

Ci sono giorni (mercoledì) in cui anche il più banale calcolo al computer non ti viene. Hai scritto mesi fa il tuo bravo programmino, e la duecentocinquantatreesima volta che lo usi fa casino. non hai cambiato niente, ma l'output questa volta è una schifezza. E passi la serata a cercare di capire cosa non va e non ci riesci.

Ci sono poi giorni (ieri) in cui va tutto bene. Cambi comando e hop, ecco il grafico perfetto e tutto colorato. Ti inventi un programmino per fare un certo numero di cose e hop, funziona. Non trovi il comando "tac" sul Mac (perché avete fatto questo???? PERCHÉÉÉÉÉ???) ma in qualche modo aggiri il problema. Cancelli un file importantissimo ma dopo meno di 5 ore è di nuovo lì pimpante e felice, come nuovo, anzi, nuovo di zecca.

Sono terrorizzata da quello che potrebbe succedere oggi...


martedì 20 marzo 2012

Buona Primavera!


Joaquim Sorolla

Se vi piace questo pittore c'è una bellissima mostra dedicata  lui a Ferrara!

lunedì 19 marzo 2012

Chiuso per coccole

Miei cari,
per una settimana circa non aggiornerò il blog, sono troppo occupata a fare coccole a Indy (e a finire un lavoraccio infame che non reggo più, ma facciamo finta di niente...)

A risentirci :)

giovedì 15 marzo 2012

Traduttori italiano-inglese cercasi

Dopo la figuraccia di qualche tempo fa dell'Università di Firenze pare che all'Università di Udine si siano direttamente rivolti a Celentano per le traduzioni.
"Avanzamento della ricerca epidemiologica sui problemi alcol correlati nella Regione Friuli Venezia Giulia" diventa "Advances ub eoudenuikiguc researcg ib alcoholic-related problems in Friuli Venezia Giulia Region". Prisencolinensinalciusol. Oh yeah.



da Euraxess, il sito dei bandi della Commissione Europea 



mercoledì 14 marzo 2012

Indiana Michi VS la Carta di Credito

Dove eravamo rimasti? Ah si, al conto in banca...

Insomma, una volta aperto il conto in banca ecco le regole per usare la carta di credito ricaricabile per i pagamenti su internet:

Vai sul sito della compagnia aerea (esempio) e scegli il biglietto andata e ritorno

Prendi il codice di 12 cifre stampato sul contratto della carta di credito e vai sul sito della banca.

Registrati e scegli il pin, codice numerico da 5 cifre.

Sposta contanti dal conto alla carta ricaricabile.

Crea una carta virtuale definendo importo e periodo di validità. Viene creato automaticamente un codice numerico di 14 (?) cifre che servirà per il pagamento. È possibile che a questo punto venga chiesta un'altra password, ma non ricordo.

Tornare sul sito della compagnia aerea e inserire il codice di carta virtuale per pagare il biglietto.

Ricominciare da capo con la scelta del biglietto, in quanto la sessione è scaduta.

Comodo, no?

P.S.: il post del Piggreco lo scrivo domani, che non ho con me il libro che voglio consultare...

martedì 13 marzo 2012

Alti e bassi

La scorsa settimana è iniziata "col botto" ma purtroppo è finita malissimo, non tanto per me quanto per AmicoSpazialeStartrekkiano.

E ancora una volta sono lontana e impotente.

Torno, eh, mi ci vuole solo un pochino per riprendermi.

giovedì 8 marzo 2012

martedì 6 marzo 2012

Indiana Michi VS la Banca

Indiana Michi non ha un buon rapporto con la burocrazia. Se poi si parla di Banche è ancora peggio.

Al momento del trasloco dalla Germania all'Italia ho deciso di chiudere il mio conto tedesco alla, diciamo, KrukkenBank (KB) perché, pur potendolo mantenere, sarebbe stato complicato da gestire.

Era un conto spettacolare:
0 spese,
bancomat,
carta di credito con password di sicirezza per i pagamenti su internet,
internet banking semplicissimo da usare,
prelievo gratis dall'estero nei bancomat KB e associati. Segnalati da un carinissimo foglietto prestampato e cartonato da tenere nel portafoglio.

Quest'ultima cosa mi faceva particolarmente comodo, e sono andata alla KB italiana sotto casa per avere informazioni al riguardo.

Indiana Michi: Buongiorno, vorrei sapere alcune informazioni. Mi sto trasferendo dalla Germania, è possibile spostare un conto corrente da KB tedesca a KB italiana in modo automatico?
BancarioSuperGasatissimo: No! Assolutamente (e giusto, perchè dovrebbe? del resto la banca è la stessa... giusto per aiutare l'internazionalizzazione)! Ma se apre qui il conto avrà diecimila cose superfantasticissime blablabla...
IM: Ok, allora mi dica, se vado all'estero in quali sportelli il prelievo è gratuito?
BSG: Nessuno, perchè?
IM: Come nessuno? Io non vado mica in Indocina (famosissimo paese privo di banche), devo andare in Germania, non posso prendere i soldi gratis in una KB tedesca?
BSG: No assolutamente. Ma le spiego, se apre il conto da noi blablabla... E mi dà il plico con le condizioni.


Secondo giro, Banca CeSemoCapiti filiale 1. Vorrei aprire il conto da loro per motivi pratici importanti che non sto a raccontare.

IM: Buongiorno, mi interesserebbe aprire un conto.
BSG2: Ah si, se apre il conto da noi blablabla... E mi dà il plico con le condizioni.
IM: c'è una cosa che mi interessa particolarmente. Se vado all'estero il prelievo è sempre a pagamento?
BSG2: No, nelle nostre consociate è gratuito.
IM: e come trovo le vostre consociate?
BSG2: le riconosce dal simbolo
Beh, comodo. Sono a Katmandù, e per trovare una banca consociata metto su Google maps "banca con il simbolo uguale a Banca CeSemoCapiti". No, non mi convince... Sentiamo un'altra filiale



Terzo giro, Banca CeSemoCapiti filiale 2

IM: Scusi, ma se io ho il conto da voi i prelievi all'estero sono sempre a pagamento?
BSG3: Non ne ho idea, guardi su internet.



...dopo 2 ore di ricerca sul sito www.bancacesemocapiti.it mi arrendo. Non lo trovo.

Quarto giro, Banca CeSemoCapiti filiale 3

IM: Scusi, ma se io ho il conto da voi i prelievi all'estero sono sempre a pagamento?
BSG3: Non ne ho idea, mi faccia sentire l'ufficio esteri... Ok, le banche sono BancaX in Germania, BancaXY in Francia eccetera. Evviva!!!!!



Quinto giro, apro il conto alla Banca CeSemoCapiti filiale 4
IM: allora in quali banche estere posso prelevare gratis?
BSG4: Nessuna!

E per fortuna che c'eravamo capiti!


E non è finita qui, prossimamente: la carta di credito!

domenica 4 marzo 2012

Indiana Michi presenta "Mici VS tappezzeria"

Indiana Michi non partecipa a molte feste, preferisce le serate con gli amici che già conosce.

Quando capita ad una festa di solito riesce ad evitare di fare tappezzeria e a tenere avvinte le persone solo con la risposta alla domanda "E tu che fai di lavoro?"

Prima era facile: "Faccio l'archeologa"
Reazione: "Oooooooohhhh! Raccontami tutto!!!! Anche io volevo studiare archeologia da piccolo/a, poi ho deciso di fare marketing applicato all'economia globalizzata e adesso ho tre jaguar e due ville a Montecarlo. Allora, i Neandertal erano davvero alieni? E i glifi maya erano davvero un messaggio degli egiziani per noialtri? Ed è vero che l'evoluzione è falsa?
....numerose ore dopo....
E comunque è fantastico incontrare un'archeologa, sono davvero contento/a di averti conosciuto!"

Ora è molto più complesso

"E tu che fai di lavoro?"
"Tu non vuoi che io risponda alla tua domanda!"



Purtroppo i miei poteri da Jedi non sono ancora così sofisticati da funzionare sempre, quindi mi ritrovo a spiegare cose che fra un po' nemmeno il mio capo capisce a persone che hanno pochissime possibilità di capirle. Ma sempre per tutta la sera.

Ma comunque ieri sera la festa di AmicoIngegnere è stata superdivertente e non ha avuto niente a che vedere con le scene di cui sopra.

Prima di tutto ho conosciuto AmicoFlosofo e abbiamo piacevolmente discusso di quanto i nostri rispettivi percorsi di studio ci rendano adatti a fare "l'amico da casa" nei quiz milionari. Siamo arrivati alla conclusione che se la voce si sparge e si chiede una congrua percentuale sulla vincita magari la cosa potrebbe anche funzionare. 

Poi il miracolo.

Non ho fatto tappezzeria, ma non per merito del mio lavoro. Per merito suo:


No, non ho portato Scarlett Johansson alla festa con me, ho solo indossato lo stesso vestito. Che nemmeno a dirlo, a me sta molto meglio.
Ecco.
Comunque oltre ad avere un effetto molto anni 70 questo vestito ha un enorme vantaggio: contiene gatti. Cliccando sulla foto potrete vedere che i disegnini neri sono tutti mici.

E almeno 5 persone (maschi e femmine) mi si sono avvicinate per farmi i complimenti per il bellissimo vestito con i mici. Attaccando poi bottone sulle cose più disparate.

Contro la tappezzeria fatevi furbi, usate i mici!!! :)

E comunque, grazie anche ai miei adorati AmiciNerd la festa è stata stupenda! :)

giovedì 1 marzo 2012

Bye Bye!!!

Mi mancherà la coinquilina Francese, che mi ha regalato una bellissima foca di peluche dal musetto tenerissimo che campeggia sul mio letto guardandomi simpaticamente. Mi mancherà Amicapseudotedesca, i balli le risate e le chiacchiere insieme.



Non mi mancherà la Koinkvilina Gentile che non mi ha nemmeno proposto di aiutarmi a portar giù le due valigie quando sono partita.

Mi mancheranno i bretzel, le pizzette normali o improponibili e tutte le cose buone di Ditsch, mi mancherà il baracchino vendi-insalate di fronte alla stazione.



Non mi mancheranno le improbabili pietanze della mensa, più pesanti di un pezzo di granito (anche se il prezzo era decisamente concorrenziale, il pranzo completo per 3 euro è imbattibile)

Mi mancheranno le torte della mensa, ho raramente mangiato qualcosa di più spettacolare.



Non mi mancheranno le sbobbe della KG, dall'odore mefitico che riusciva a raggiungere in pochi secondi ogni angolo della casa.

Mi mancherà la palestra e il corso di cazzotti.



Non mi mancheranno gli specchi krukki, che non capisco come mai ma mi facevano sempre vedere un sacco di capelli bianchi quando invece non ne ho.

Mi mancherà la passeggiata quotidiana, passando in mezzo ai prati, di fronte all'accademia di arte con le decine di opere improbabili lasciate lì, con i palazzi che sembrano tabelline della tombola con le finestrine che si abbassano (cit), con i fiori d'estate e gli uccellini infreddoliti d'inverno.



Non mi mancheranno le interminabili riunioni in krukko di cui non me ne fregava nulla e che mi facevano perdere un sacco di tempo.

Mi mancherà il Reno



Non mi mancheranno l'angoscia di dover capire e parlare una lingua che nonostante tutti gli sforzi non sento mia, il senso di estraneità e di inferiorità continuo, il senso di ingiustizia per essere stata trattata come non meritavo.

Mi mancherà l'esultanza di imparare qualcosa, di capire qualcosa in più, di farsi capire, di fare un discorso corretto.



Mi mancheranno Nordsee, la birreria tedesa, l'enoteca antica, le wienerschnitzel grandi quanto la Francia,  i Knödel, i Kartoffelnudeln, i Klöße, il pane con i semini di tutti i tipi, le brioches con la marmellata e lo zucchero, il succo di pomodoro, il kebabbaro sotto casa.
Mi mancheranno i punti del supermercato con cui prendere splendide cose di marca per pochi euro.
Mi mancherà l'organizzazione krukka, che nonostante alcune importanti eccezione devo ammettre che funziona, le strade pulite, l'assicurazione sanitaria che copre tutto, la bahncard, la banca superefficiente, i treni quasi sempre in orario, gli autobus pure, i collegamenti facili, il biglietto gratuito.
Mi mancherà la mia stanzetta meravigliosa, tutta bianca, rossa e arancione, la prima che abbia mai arredato, i mobili scelti con amore, le foto sui muri, i cristalli appesi in giro, la finestra enorme e luminosissima, i mici, i fiori, i dinosauri, la lampada fatta con i cd, il tramonto che fa capolino ogni sera.

Però so che le cose belle rimarranno nel mio cuore, e le cose brutte sono ormai per fortuna alle mie spalle.



E sono pronta per la nuova avventura...

Prossima tappa: Cambridge

...si lo so che preferivate le Galapagos per venirmi a trovare e farvi le vacanze esotiche, vi accontentate del canottaggio?