venerdì 9 dicembre 2011

ODIO

La soluzione è al di là della parete. Ma c'è chi mi preclude l'accesso.

E li odio.

Odio le voci che sento al di là del muro da container, di metallo leggero, odio la lingua bastardissima che parlano, odio il mio essere qui da stamattina ad aspettare una chance che mi spetta di diritto ma che nessuno mi darà.

Odio il mio bussare che ovviamente non ha ricevuto risposta, e la mia eccitazione di tutta la settimana in attesa di oggi, la delusione che mi brucia nello stomaco.

Ed è venerdì pomeriggio, mia mamma è a casa a pochi minuti di strada, mentre io invece di essere con lei sono seduta qui e aspetto qualcosa che già so che mi sarà negata.

Come negli ultimi 7 mesi mi sono state negate troppe cose, a partire dalla dignità.

Str0nzi.


Poi guardo fuori dalla finestra di fronte a me e la luna fa capolino dal palazzo dall'altra parte del cortile.

Come a ricordarmi che l'orizzonte non è tutto grigio, c'è una luce da qualche parte che mi aspetta.

E aspetta ME, non loro.

Immagine di Michael Poliza



5 commenti:

  1. Mi sa che le nostre gionate No si sono incontrate e conosciute. :)

    RispondiElimina
  2. (hug)

    ---Alex

    PS = se hai bisogno, sai dove trovarmi...

    RispondiElimina
  3. Matteo: avrei preferito un incontro di giornate si :)
    Alex: Grazie! (hug)(hug)(hug):-*

    RispondiElimina
  4. Cara Michi, non so di cosa si tratta ma sono certa che cio' che ti viene negato ora te lo riprenderai presto. In bocca al lupo!

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.