giovedì 29 settembre 2011

Indiana Michi, AmicaFrancese, i turisti e i treni in Germania

Nei treni tedeschi regna sempre un rispettoso silenzio. A meno che non ci siano:
  • Bambini tedeschi: tanto sono silenziosi da grandi quanto sono rumorosi da piccoli. I genitori non dicono nulla mentre i figli urlano cantilenando e ripetendo sempre le stesse cose. Per tutto il viaggio.
  • Cafoni al cellulare. Ce n'è sempre uno che urla i fatti suoi per quelle due o tre ore in cui sta parlando con qualcuno al telefono.
  • Ubriachi.
  • Turisti.
Parliamo di questa ultima categoria. Prendiamo per esempio due bellissssssime ragazze, apparentemente francesi. Chiacchierano. Ridacchiano. Ri-chiacchierano. Ri-ridacchiano.

No, non sono loro. Quelle di cui parlo non sono bionde.

Ridono cercando di non fare troppo rumore e quasi strozzandosi nello sforzo. Mangiano il kebab. E ridono. Si fanno foto sceme. E ridono. Canticchiano. E ridono. Fanno foto al paesaggio. E ridono. E ridono. E ridono.



E che ci vuoi fare? Sono turiste, incivili e irrispettose. Pensare che sui treni svizzeri si erano persino permesse di cantare, una sera, sole, nel loro piccolo scompartimento coperto da scritte "silenzio" in 10 lingue.
Ridono talmente tanto che se solo parlassero tedesco (work in progress) la Deutsche Bahn potrebbe scritturarle per dare spettacolo sui suoi treni. Ridono talmente tanto che il treno è pieno ma stranamente i posti attorno a loro sono tutti vuoti.

Ci rendiamo conto della faccia tosta di certe turiste in Germania? Da non credere, par fois j'hallucine...

N.B.: Nessun tedesco è stato troturato per la realizzazione di questo post.
Non troppo per lo meno.
Mi auguro.

3 commenti:

  1. Viva l'allegria!
    Nemmeno i KruKKi oseranno metterla fuorilegge ;-)

    ---Alex

    RispondiElimina
  2. se solo ci rovano giuro che mi trasferisco seduta stante :D

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.