venerdì 8 luglio 2011

Post triste

NOTA BENE: è un post triste, non dovete leggerlo per forza, è inutile che vi roviniate la giornata. A me però serve scriverlo.

Stamattina: una mia amica ha appena perso il papà. Io in Krukkonia, lei in Italia, tutte e due a chattare su skype con i lacrimoni che cadevano sulla tastiera. per fortuna che in ufficio non se ne è accorto nessuno, ho pianto come un vitello.

Oggi pomeriggio: devo fare una cosa, o la faccio a mano e ci metto una settimana, o la faccio col computer ma non so che programma usare. Papà lo avrebbe saputo.

Stasera: sono davanti alla colonna di DVD comprati a Dublino. Ne voglio uno allegro, scemo. Mhhh... commedia romantica, ragazza tutta in rosa, ragazzo belloccio e muscoloso. Vada per questo. Lei è malata di leucemia e muore.

Ora vado a dormire, e voglio un sogno di quelli belli, rosa e sbrilluccicosi. Se non lo ricevo giuro che faccio causa a qualcuno. Domani è un altro giorno, e deve iniziare bene, perdincibacco.

5 commenti:

  1. Dai, ti auguro un sogno enormemente rosa e sbrilluccicoso.. roba da far sembrare hello kitty un gatto randagio e spelacchiato!

    RispondiElimina
  2. e io penserò a quello di stanotte. stelle, frutta dolce e mare caldo. baci piccolina!

    RispondiElimina
  3. Grazie Luci!!!! un abbraccio forte forte!!!

    RispondiElimina
  4. oh, i momenti di sconforto prendono a volte quando meno te lo aspetti....a me veniva da piangere sugli asparagi bianchi (che piacevano sia a me che a mio padre) e per un po' non li ho piú mangiati. E tantissime volte che vedo qualcosa che sarebbe interessato a mio padre, minerali, piante, funghi, mi viene da pensare roba tipo: "adesso gli telefono e gli dico che ho trovato le spugnole dietro casa, ah no, é vero, non posso".
    Tra l'altro mio padre, pure se in versione piú "light" ma non troppo, assomigliava al cuoco di Ratatuille.....

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.