giovedì 16 giugno 2011

Viaggio

Ho paura.
Non posso farci niente, ho una paura folle.

Ok, Bianca, calmati. Il primo viaggio è andato bene, a parte il ritardo. Ora te ne manca solo uno. Forza, ce la farai.

Oddio, imbarcano. Ho paura. Calma, respira. Ecco il biglietto, ecco il mio posto. Aiuto aiuto aiuto....

Paurapaurapaurapaurapau.. Scusi? Diceva? Si certo, sono disponibile a fare a cambio di posto con la signorina, che trasporta cellule staminali e non può metterle nello scomparto per ragioni di sicurezza, quindi non può sedere vicino all'uscita di emergenza.

Ok, mi siedo. Paura. Speriamo che la ragazza alla mia destra e il ragazzo alla mia sinistra non se ne accorgano, mi vergogno come un cane. Un ultimo messaggino sul cellulare e poi lo spengo. Calma. Respira. Ce la puoi fare. Pensa all'abbraccio di stasera, finalmente insieme dopo 5 mesi, finalmente a Roma. Se ripenso all'ultimo viaggio, quello per New York...

Oddio si parte. Cos'è questo rumore? E' normale che vibri così? Ti prego non precipitare, ti prego non precipitare. la ragazza vicino a me mi guarda sorridendo, devo far finta di niente. Sorriso, si si, tutto ok, (fosse vero...)

Ho iniziato a rilassarmi, succo di pomodoro in una mano, tramezzino nell'altra. Dai, non è così terribile. Oddio balla. Stiamo precipitando. Aiuto aiuto aiuto aiuto!

Il ragazzo a fianco a me mi tranquillizza. La ragazza dall'altra parte mi prende la mano. La stringo spasmodicamente, stiamo forse per morire?

Mi stanno ripetendo entrambi che va tutto bene, che era solo dovuto alle nuvole, che non sta succedendo niente, tutto normale.

Ci mettiamo a chiacchierare. La ragazza deve prendere anche lei il treno e la metro, per scendere alla stessa fermata, mi propone di andare insieme. Per fortuna, vabbè che parlo inglese, ma è la mia prima volta a Roma, non vorrei perdermi.

Finalmente arriviamo, tiro un sospiro di sollievo.


Andiamo a prendere i bagagli, di corsa, non vedo l'ora di essere fra le braccia del mio amore.


E' un'ora che siamo qui e le nostre valigie ancora non arrivano. La ragazza che mi ha accompagnato va a controllare che non abbiano cambiato nastro, e in effetti è così. Ma come è possibile? Non hanno detto niente, non un annuncio, nemmeno in italiano. Lei è italiana, avrebbe capito...

Le valigie sono tutte arrivate. Tranne la mia. Ma possibile che capitino tutte a me? Prima il ritardo, poi le turbolenze, poi l'attesa e il cambio del nastro, ora la valigia.

La ragazza gentile è rimasta con me e mi sento troppo in colpa, doveva andare a una cena in famiglia e invece è ancora qui ad aspettarmi. Andiamo al banco del servizio bagagli e le  spiegano che la mia valigia non è stata trasferita dal primo al secondo aereo, me la mandano in albergo domani. Ma siamo sicuri? La ragazza annuisce sorridendo, mi dà il suo numero per sicurezza.

Sono passate due ore dall'atterraggio, e sono distrutta, vorrei solo essere fra le braccia del mio ragazzo. Decidiamo di prendere un taxi, divideremo la spesa, tanto la strada è la stessa, e da quanto ho capito lei scende dopo di me.

Mi spiega di fare attenzione alla borsa, e ai tassisti abusivi. Ma che razza di città è Roma?

Sul taxi parla con il conducente e poi mi traduce... mi racconta della situazione in Italia, dei giovani senza lavoro che emigrano. Che tristezza.

Dopo una ventina di minuti vedo la cupola di San Pietro. Siamo quasi arrivate, mi dice. Ci fermiamo davanti a un portone. E' già qui che mi aspetta!!!! Amore!!!!!!! Sono arrivata!!!!!

Certo, però... quasi quasi in treno facevo prima....


Libera rielaborazione di una storia vera

3 commenti:

  1. Tu non ci crederai ma questo post mi ha inchiodato alla sedia, sembrava scritto da me.
    Solo che questo weekend viaggiavo da Roma verso la Germania. Ma attendevo anche io il mio amore che tornava da New York (si proprio da li, non scherzo). Non ho perso la valigia ma la paura di volare, il ritardo e tutto il resto c'e'!
    Incredibbbbbbile!

    RispondiElimina
  2. Alex: grazie!
    Bianca: non ci crederai, ma la ragazza si chiamava Bianca... sei sicura di non essere stata tu?? ;)

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.