mercoledì 1 dicembre 2010

Preghiera universale

Senti,
non lo so se ci sei, dove sei o se puoi farci qualcosa... ma....

La settimana scorsa dovevo fare di corsissima una serie di cose, con l'aiuto del computer.
Il computer non funziona.
Poi per fortuna una mia collega mi ha offerto il suo computer.

Poi dovevo fare una cosa ancora più di corsissima con il super computer.
Si è bloccato dopo circa 10 minuti ed è rimasto bloccato per 5 giorni.

Ora è tornato in funzione.
e io non riesco più ad accedere (fino a ieri ci riuscivo, naturalmente).

Il tecnico non c'è e quando c'è non risponde.

La settimana scorsa ho scoperto che fra due giorni devo andare a Uppsala in giornata per burocrazia.

Ora ascoltami bene. Non mi sto divertendo. Non è che uso il supercomputer per i videogiochi. Lo uso per LAVORO. E devo finire il lavoro entro due settimane IMPROROGABILI. E hai rotto.

Ora tu, oscura, sadica, insopportabile divinità della tecnologia la smetti di rompere e mi fai funzionare tutto in modo da finire il lavoro entro due settimane.

Perché questo accanimento non me lo merito. Ecco.


AGGIORNAMENTO

Non riesco più ad accedere perché il mio account è stato disabilitato non dal tecnico che ho contattato ma da un altro di livello superiore. Non solo pare che non si possa riattivare, ma per farne uno nuovo ci vuole almeno una settimana.

Ho tanta voglia di piangere.


4 commenti:

  1. Ehi ma sto tecnico è un grande pez... di m... !!!

    Tu digli che hai appena estratto il DNA di un velociraptor da una zanzara inclusa in un blocco di ambra e che se non ti rimette subito a posto l'account sul computerone lo metti in un uovo e dopo la schiusa glielo scateni contro!!!

    ---Alex

    RispondiElimina
  2. leggi l'aggiornamento... io intanto piango

    RispondiElimina
  3. alle volte presentarsi dal tecnico con un machete e minacciare un bagno di sangue funziona..

    RispondiElimina
  4. Povera. Un abbraccio di solidarietà.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.