martedì 14 settembre 2010

6 minuti

Abito un po' fuori Berna, e tutte le mattine per raggiungere il centro prendo il treno. Dalla mia stazione al capolinea sono 6 minuti di viaggio.
Porto sempre con me un libro, l'ultimo che ho letto è un capolavoro.
In quei sei minuti, in quelle 10-20 pagine che leggevo mi aprivano un nuovo mondo. Un mondo che mi accompagnava al lavoro la mattina e che mi riportava a casa la sera. Un mondo che ha cambiato il mio modo di vedere ciò che mi circonda, che mi lasciato spesso stupita, che mi ha abbagliato come una lampadina troppo forte lasciando un "alone" che non è ancora scomparso. Credo che sia il romanzo più bello che io abbia letto negli ultimi anni, se volete saperne di più ne parlo qui.

Libri del genere mi ricordano perché adoro la lettura.


1 commento:

  1. ho letto qui e lì. Lo sai, con me sfondi una porta aperta e penso che quella lettura quotidiana, quei pochi minuti di "vacanza" creino una specie di intimità tra te ed il libro.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.