giovedì 19 agosto 2010

Una buona idea

Questa.

Anche se nell'articolo c'è un errore, treni del genere girano già da un po'. Due settimane fa salgo alle 6 e 40 sul treno Berna Zurigo per raggiungere Indy. Avevo sonno, avevo mal di testa, ero triste per aver appena salutato la mia Amicafrancese. Era un treno a due piani, strapieno, vado all'ultima carrozza e salgo al piano superiore. Un posto libero. mi siedo e noto che il tavolinetto è strano.
Poi un urlo prolungato mi fa alzare gli occhi. Tre bimbetti si rincorrono su e giù per il vagone, mentre altri salgono e scendono per una strana struttura con le scsale. Uno cade e inizia a urlare. Le persone intorno a me leggono, e sembrano non rendersene nemmeno conto. Poi vedo il cartello: Carrozza per bambini...
Non hanno smesso di urlare per un minuto.

Morale della favola: se avete sonno e viaggiate in treno in Svizzera fate bene attenzione alla carrozza sulla quale salite. A questo punto se beccate quela con i bambini urlanti sarâ solo colpa vostra.

Nessun commento:

Posta un commento

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.