sabato 3 luglio 2010

Evviva il mio papà!!!!!

Il mio papà è un grande papà.
Sa un sacco di cose. È appassionato di matematica, fisica e informatica. Se ciò non bastasse ha una passione per i nodi e gli origami. Poi si interessa di astronomia e geodesia. Inoltre non disdegna la calligrafia. Sa tutto di ogni meccanismo esistente nel mondo, dai giganteschi macchinari metallici usati nelle vecchie tipografie alle calcolatrici antiche, dall'astrolabio fino al computer. Sa costruire bellissimi aerei di carta che volano come decide lui (dritti, a spirale, facendo il giro della morte eccetera). Gioca a scacchi e a master mind, è un drago del campo minato.
Il mio papà adora la montagna (e odia il mare). Prima di partire per una passeggiata si prepara minuziosamente, controlla il percorso, lo carica sul GPS. Poi prepara tutte le cose da portare, borraccia, bussola, cartine, contapassi, fiaschetta di grappa per quando dovessimo fradiciarci come ci è successo tante volte, fischietto per chiedere aiuto, traduttore in alfabeto morse per l'invio e la ricezione (sempre per il fischietto), cordini e spaghi, impermeabile, ma non K-way perché fa sudare. Attacca tutto a una speciale cintura di sua invenzione, e quando cammina sembra Rambo. In montagna sa orientarsi senza bussola né cartina, mentre stranamente in città ha un'incredibile capacità di perdersi.
Il mio papà fa sempre un sacco di battute spiritose (che Indy regolarmente mi ripete la sera al telefono, presumibilmente intercettandole con qualche strano marchingegno visto che sta a 800 chilometri di distanza). Mamma non le capisce quasi mai, ma io sì, e quando gliele spiego o gli rispondo per le rime papà si gonfia tutto fiero.
Il mio papà è grande, morbido e forte, sa schiacciare le noci nell'incavo del gomito e allo stesso tempo è in grado di aggiustare gli oggetti più piccoli e delicati.
Il mio papà sa fare l'uncinetto e la maglia (anche se non li fa mai), perché alla fin fine sono sempre nodi...
Il mio papà cucina benissimo, solo che ogni volta che lo fa usa tre quarti delle pentole e dell'olio che ci sono in casa, e poi lascia la cucina in uno stato tale che mamma si mette le mani nei capelli e capisce che avrebbe fatto meno fatica a cucinare lei.
Il mio papà ha un grande difetto: fuma un sacco. Del resto si può capire, mamma ed io non ci siamo, e lui si sente solo. Fumando riempie un po' il tempo, e si coccola un po'. Ha provato tante volte a smettere, ma dopo aver mangiato mentine a gogo per un mese ha sempre ripreso. E' difficile
Ieri sera entrando su facebook ho letto una frase.

STO PENSANDO SERIAMENTE DI SMETTERE DI FUMARE

Questa frase significa tante cose. Significa che il mio papà sta facendo un primo passo importantissimo e molto molto difficile. Significa che ha bisogno di tempo, di appoggio, di coccole e di applausi.
Papo, io ci sono. Sono fierissima di te per questo primo passo che stai facendo, sei bravissimo. Prendi il tuo tempo, non sentirti pressato o tantomeno obbligato, sentiti piuttosto incoraggiato da tutti noi che ti vogliamo bene. Un applauso forte al mio papà.

4 commenti:

  1. Un applauso enorme d'incoraggiamento a papàMauro.

    Mio padre ha smesso così, di punto in bianco; da un giorno all'altro. Niente mentine, niente caramelle o chewing gum o cerotti (che possono aiutare ma a quei tempi non esistevano).

    Lui ce l'ha fatta (e non è certo un tipo dalla volontà ferrea!) e questo gli ha salvato la vita quando ha avuto un problema ai polmoni una decina di anni dopo (ma non l'ha salvato da un terribile enfisema che lo costringe ad assumere broncodilatatori costantemente).

    Insomma papaMauro; forza!!!

    ---Alex

    RispondiElimina
  2. si, evviva il tuo papà ! Se mia figlia un giorno dovesse scrivere un post su di me non riempirebbe nemmeno la metà dello spazio che ti è servito per elencare tutto quello che fa il tuo. Io so cucinare, questo si, non sporco tutte le pentole , anzi le lavo appena usate. Però ho smesso di fumare. Nell'80 quando ancora non ero nemmeno sposato.

    RispondiElimina
  3. Che post meraviglioso!!! E cmq, il mio papà e la mia mamma hanno smesso di fumare insieme, di botto, dopo 40 anni di "carriera"! Senza sacrifici, senza cicche o caramelle... e finalmente a casa mia non c'è più la nebbia :-)

    RispondiElimina
  4. Digli di passare al toscano...se ne fuma mezzo al giorno si toglie la soddisfazione, e non si danneggia...e se prova ad aspirare gli passa la voglia per seNpre...

    P.S.

    Rigorosamente in terrazza.

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.