venerdì 2 luglio 2010

Avrei voluto parlare...

Avrei voluto parlare del bel tempo che da lunedì ci ha degnato della sua attenzione. Caldissimo, soleggiato, mi ci voleva. Finalmente posso indossare (e macchiare... AAARGHHHHH, accidenti all'olioooo) i bellissimi vestiti estivi che da più di un anno giacciono intonsi nel mio armadio (l'estate londinese non è stata poi così calda).
Ieri ho messo un vestito nuovo e mi hanno detto che assomigliavo a una dea greca....


(NB, per evitare battute cretine: io la testa ce l'avevo)

Avrei voluto parlare della piscina bellissima dove abbiamo deciso di andare ogni giorno insieme ad AmicaFrancese. Dicono sia la piscina più grossa d'Europa, una vasca dalle dimensioni di un laghetto artificiale, dall'ingresso rigorosamente gratuito e le temperature non proprio amichevoli (ma vabbè).


Avrei voluto parlare della prossima settimana in cui vado a Ginevra. Nel fine settimana torno in Italia per il matrimonio di una mia amica, e questo mi rende davvero felice.



Avrei voluto parlare della straordinaria perizia che sto raggiungendo nella gestione dei file in linux, da qualche giorno lavoro sul cluster e sono diventata velocissima e molto efficiente (Alex, Angelo, se vedeste con che velocità lancio i comandi sareste fierissimi di me).



ma accidenti al computer sono due giorni che sto lottando contro uno stupido programma che mi da un errore che nè io (e ci vuole poco) nè tantomeno il mio AmicoEsperto capiamo. E accidentaccio a lui, se l'errore è quello che credo mi sa che mi tocca rilanciare il tutto da zero, il che significa almeno 10 giorni di lavoro sprecati.
Lo odio. Con tutto il cuore. E un pezzettino di milza. E anche parte del fegato, che come dice AmicoRitrovato, è quello che risente di più di queste situazioni.



Poi mi passa... tranquilli, appena riprende a funzionare o trovo l'errore (SPERO PRESTO)

1 commento:

  1. Coraggio!
    Vedrai che tutto si risolve. E se anche non si risolve c'è sempre il fine settimana speciale!!!

    ---Alex

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.