venerdì 11 giugno 2010

Indiana Michi e l'Uomo del Monte

Non so se ve l'ho detto, ma qui lavoro con il prof più importante d'Europa nel mio campo. E' uno i quelli di cui studi gli articoli e pensi che in realtà non esista, ma sia un qualcosa a metà fra un dio greco (Zeus) e un robot superintelligente da film di fantascienza.

Invece è una persona vera (almeno sembra, ma potrebbe sempre essere uno dei robot umanoidi di Asimov) e in questo periodo lavoro con lui, sotto la guida di un suo sottoposto nonché mio amico da parecchio (e ci siamo ritrovati qui a lavorare insieme per caso, della serie "è un mondo piccolo...")

Per capirci, se fossi un programmatore sarebbe Bill Gates o Steve Jobs, a scelta. Se fossi un coltivatore di frutta sarebbe l'Uomo del Monte.

Io sono un pochino sotto tensione. Ma solo un pochino. Ma proprio poco poco, eh... fra l'altro il mio amico è bravissimo, e mi sento sempre un po' idiota quando gli faccio una domanda.

Nelle ultime due settimane mi è venuta un'idea. Un'idea carina, interessante, da testare sui miei dati. Ne ho parlato con il mio amico e ne è uscita fuori una cosa tipo: "ehm, sai che "A" funziona così, no? E poi ci sarebbe "Z" che, insomma, se li mettiamo insieme fanno un... ehm... dentifricio, no?" E lui molto gentilmente mi ha spiegato che non vedeva il nesso fra A e Z... e ci credo, per come gliel'ho spiegato...

Nel frattempo ci ho pensato un po'. Più ci pensavo e più non vedevo l'errore. Più ci pensavo e più mi sembrava che la cosa funzionasse, e che AZ fosse una bellissima formula per un dentifricio. Più ci pensavo e più mi dicevo "perché no?"

Poi oggi ognuno di noi doveva parlare dei suoi progressi di fronte a tutto il gruppo, prof inclusi. Il mio amico non c'era, e gli ho chiesto via skype se secondo lui potevo parlarne e discutere l'idea. Mi ha detto di si, e mi ha dato dei consigli.

Poi vado. Accendo la presentazione e via... Questo è A, lo abbiamo visto anche due settimane fa, ora sono arrivata a questo punto. Poi ci sarebbe Z, che é stato dimostrato da tizio e da caio, e funziona così. Secondo voi se noi mettiamo insieme A e Z, per le proprietà delle lettere, dovrebbe venire fuori AZ? E soprattutto, ci serve davvero un dentifricio?

Dopo quasi un'ora di discussione, in cui mi hanno fatto 200 domande, mi hanno detto che A non è adatto ad essere messo insieme a Z, ci vorrebbe A1.

Ma poi uscendo il prof mi fa: Buona idea, peccato che A non sia adatto, magari in seguito...

L'UOMO DEL MONTE HA DETTO SI.

Sono dovuta correre in bagno. Non è serio mettersi a ballare di fronte all'Uomo del Monte.

6 commenti:

  1. ProWa A1, fai i conti.

    Torna dal Prof.

    Proponi un articolo insieme a lui e al tuo capo tetesko.

    Pubblicalo.

    Goditi il tuo momento di gloria.

    RispondiElimina
  2. Il problema è che A1 non ce l'ho... ma forse guardando bene in bibliografia.........

    Comunque graZzie!

    RispondiElimina
  3. Sai come si dice a Oxford in questi chasi??

    Cerca e NUROMPERCAZZO!

    Oh...e mi racchomando...l'articolo deve andare come minimo su PNAS.

    RispondiElimina
  4. su PNAS??? Ma stai scherzando??? minimo minimo su Science e Nature, pubblicazione contemporanea....

    mica stamo a pettina' le bambole qui!!!!! ;)

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.