martedì 17 novembre 2009

Odio il lunedì


Ieri giornata no (e submarine)


E' iniziata con la pioggia. Una volta arrivata (fradicia, nonostante il cappotto impermeabile) all'università ho iniziato a lavorare su uno stramaledetto codice di un programma in un linguaggio che non conosco e che sto imparando.

Il problema è che il programma è in tedesco sul computer dell'università, quindi se faccio un errore me lo dice in tedesco. Evviva.


Provo a fare i compiti di tedesco ma non ci capisco niente, rinuncio.

Dopo aver lottato invano per capire come mai il codice che due giorni fa funzionava ora ha deciso di non collaborare e dare errore, sono andata a pranzo. Poi una simpatica ora e un quarto di riunione in tedesco.

Alle 4 e mezzo vado a prendere il treno. Esco dall'università e mi rendo conto che il telefono mi si è rotto, non prende più il campo.

Provo invano a sistemarlo, niente da fare, ci smanetto per un'ora e alla fine prende.


Prendo la metro, scendo alla fermata prima della mia, il treno successivo è troppo tardi, non arriverei in tempo al Goethe, mi tocca andare a piedi e sono in una zona di Francoforte che non conosco.

Per fortuna le due stazioni sono collegate anche dal treno normale, seguo i binari e arrivo al Goethe stanca, inzuppata, innervosita.


Due ore e mezzo di lezione di sola grammatica (ma cavolo, per tre settimane facevamo solo giochetti e una volta che non ce la faccio io mi devi fare ausiliari, participio perfetto, comparativi, superlativi, verbi sostantivati e non so che altro tutto in una volta????).

Vado a prendere i treno. Ho visto una panetteria, magari riesco a comprarmi qualcosa per cena, ma no, è chiusa.

Il treno si ferma per un quarto d'ora in mezzo alla campagna appena prima di Magonza, mi sono giocata il supermercato aperto (di solito arrivo alle 9.55, il supermercato di fronte ala stazione chiude alle 10, se corro faccio in tempo a comprare qualcosa di pronto).


Arrivo a casa stanca, distrutta, mi devo ancora preparare la cena, la KG ha finito l'olio e non l'ha ricomprato.

Oggi di nuovo corso.

Voglio le vacanze....


8 commenti:

  1. se sei una cultrice del genere, allora magari leggerai il mi olibro,quando esce ;)

    RispondiElimina
  2. si, volentieri!!! mi tieni aggiornata?

    RispondiElimina
  3. Povera piccola: infreddolita e con la pancia vuota a studiare il tetesko! Ti simao vicini col pensiero

    RispondiElimina
  4. Guarda, non credo vorresti le mie vacanze...
    Sono recluso in casa da venerdì sera e ci starò fino al momento di ritornare al lavoro lunedì prossimo (sempre ammesso che ci possa ritornare, vista la situazione familiare).

    ---Alex

    PS = mi scuso per il pessimismo cosmico ma non riesco ad essere più positivo per il momento.

    RispondiElimina
  5. Grazie Pensierini!! Per la pancia vuota ho risolto, da oggi mi porto una mela!!

    Pit: eh si,mi sa che è un sogno diffuso...

    Alex: Mi dispiace tanto sapere che hai problemi, vorrei poter fare qualcosa per aiutarti, ma non credo sia possibile. In ogni caso ti mando un enorme abbraccio, ti sono vicina.

    RispondiElimina
  6. No, in effetti non c'è niente da fare ma apprezzo ugualmente la vicinanza virtuale.

    Grazie

    ---Alex

    RispondiElimina
  7. Ciao Michela, devo chiederti una cortesia: ogni volta che qualcuno apre il tuo blog precedente (questo) parte un accesso al mio perché nell'ultima pagina in linea ce n'è una contenente una immagine sul mio server, anche perché non essendo più aggiornato la pagina è sempre la stessa.
    Dovresti quindi incorporare l'immagine nel tuo post oppure vedi te altre strade.
    Nel caso ti occorresse, ora la trovi in 
    http://www.myweb20.it/blog/images/vari/cellulare-ultima-generazione.jpg
    perché ho spostato anch'io il blog.
    Grazie e buon week
    Roberto

    p.s. non c'è bisogno che pubblichi questo commento, è che non ho trovato un tuo indirizzo email .)

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.