martedì 18 agosto 2009

Indiana Michi e la coinquilina british: come sopravvivere in casa con una schizofrenica

La coinquilina British parte seconda


Procediamo con ordine


Eravamo arrivati qui. Dopo aver cambiato idea un paio di volte la Coinquilina-Padrona-di-Casa-British (dagli amici, se ne ha, chiamata CPCB) ha decretato che miei potevano dormire in camera mia. BENE! Comprano il biglietto. Stanno 10 giorni.


Poi il terzo coinquilino (un santo, non si vede e non si sente, quando hai bisogno di lui c'è sempre) invita il fratello dal Canada. Aveva già avertito la CPCB un mese prima, e questa si era detta d'accordo.


Poi per una sventurata coincidenza la sera prima dell'arrivo del fratello il coinquilino ospita la ragazza. La CPCB la incontra la mattina andando in bagno. Poi arriva il fratello che rimane 5 giorni (un santo pure lui, si fa andata e ritorno Canada-Londra per cinque giorni pur di passare un po' di tempo con il fratellino piccolo, anche prendendo in considerazione solo il jet lag...)



La CPCB mi fa una testa come una casa (a me) dicendo che è molto offesa, si sente estranea in casa sua perchè il fratello OSA leggere un libro nella sala da pranzo comune, e quindi lei non la può usare, il coinquilino le ha mancato pesantemente di rispetto, cinque giorni sono troppi, doveva avvertire prima, cioè, aveva avvertito ma lei non se ne ricordava più e doveva avvertirla un'altra volta ecc ecc. Lì ho fatto il più madornale errore della mia permanenza a Londra. Le ho detto: ma sei sicura che i miei non disturbano per 10 giorni?



Coosa? 10 giorni? OH MY GOOD!!! Non esiste, non è possibile, come facciamo per il bagno, io non voglio sentirmi un'estranea a casa mia, poi siamo in troppi, questa non è una casa per studenti, questa è casa mia, non accetto queste cose, ci sono persone a Londra che ti farebbero pagare per una cosa del genere, qui non siamo in Italia, qui non si accettano ospiti per tutto questo tempo, io voglio i miei spazi e la mia tranquillità, esigo rispetto ecc ecc ecc.


imgnotastute2749xo.jpg


Ok, ho capito gli trovo un albergo.


Cerco un albergo per i miei ma dato che mancavano solo due settimane al loro arrivo e siamo in agosto non c'era posto da nessuna parte, o si vendeva un rene o si dormiva in compagnia degli scarafaggi. Quando ho letto i commenti su un paio di alberghi dai prezzi accessibili e ho scoperto che avevano le cimici nei letti ho preso il coraggio a due mani e dopo aver spiegato la situazione ho chiesto alla CPCB se poteva cambiare idea. Del resto non avremmo mai mangiato a casa, saremmo venuti solo la sera tardi per dormire e ci saremmo svegliati dopo di lei, senza fare colazione o altro. Perchè va bene adeguarsi alla cultura londinese, ma io gli unici scarafaggi che voglio in casa sono questi.



Ma si, ma vabbè, ma del resto tu me lo hai detto con un certo anticipo, non è un grosso problema, magari potremmo cenare insieme una volta, anzi, potreste cucinare qualcosa di italiano (e certo, la cena italiana la accetta la signora...)poi quella settimana pensavo di andare in vacanza, così avete la casa per voi, ma sì dai.



Peccato che stamattina...


il seguito alla prossima puntata!

13 commenti:

  1. Ma no! Non puoi fermarti proprio adesso!



    ---Alex

    RispondiElimina
  2. Scusate non ce l'ho fatta a continuare, ci sono rimasta troppo male. Oggi prometto che finisco la stoira!!

    RispondiElimina
  3. Lo so che tiro sempre in ballo i farmaci (sarà una deformazione professionale?) ma questa tizia ha veramente un grave disturbo bipolare...

    Suggerisco una bella terapia a base di antipsicotici!!!!


    ---Alex


    PS = in alternativa, come al solito, la mazza da baseball potrebbe sempre fare al caso tuo!

    RispondiElimina
  4. ma tu dici che una cosa del genere si potrebbe curare?

    comunque se continua così altro che pillole, la denuncio...

    RispondiElimina
  5. Ma certo che si cura!

    ...in un modo (pillola) o nell'altro (mazza) !!!


    ---Alex

    RispondiElimina
  6. uhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh


    come posso capirti...la mia coinquilina è ipocondriaca e mi sveglia lle 3 di notte piombando nella stanza e accendendomi tutte le luci perchè le fa male un braccio...l

    RispondiElimina
  7. Alex: da esperto quale mi consigli? Io propenderei per la mazza, anzi, il cazzottone (=pugno). Essendo meno della metà di me (in tutte e tre le dimensioni dello spazio) la cosa mi darebbe non poca soddisfazione!

    Soulista: benvenuta! senti, ma se la tua coinquilina andasse a vivere con la mia? Si sta proprio liberando una camera!!!!

    RispondiElimina
  8. Allora vai di forza bruta che non costa nulla (mentre le pillole ce le facciamo pagare parecchio!)


    ---Alex

    RispondiElimina
  9. Benissimo!!! Magari le pillole le consiglio al povero coinquilino che rimane... credo che farà un ordine cospicuo!!!

    RispondiElimina
  10. utente anonimo18 agosto 2009 20:09

    Dilettanti.


    Ci vòle il tubo di piombo...vedrai poi come dOventa accomodante...

    RispondiElimina
  11. ... vedrai che le faccio fare una brutta fine... ma brutta brutta brutta....

    RispondiElimina
  12. Potrei raccontare cose su una ex-coinquilina pazza che voi non potete immaginare, ma non lo faccio adesso che mi prende l'ulcera.
    Basti dire che mi sbattè fisicamente fuori di casa al ritorno dalle vacanze di natale, dopo avermi svuotato la camera e messo tutto in cantina, e nevicava pure.
    Decisamente era "sotto l'influenza", nel suo caso di pillole, credo anfetamine o simili, per dimagrire che la fecero diventare paranoica.
    Mi andò bene, trovai un'altra casa molto carina e in cui l'affitto era la metà di quello richiesto dalla pazza, ma fu un'esperienza indimenticabile....

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.