mercoledì 2 aprile 2008

I post-it e il senso della vita

Ho sempre sognato di avere un blocchetto di post-it personale su cui segnare le cose e appiccicarle in giro per la stanza. Ma per averlo serve anche qualcosa da scriverci sopra, se no non c'è gusto. Ora il mio sogno si è avverato, per la prima volta in vita mia ho un blocchetto di post-it (rosa sciocching) e tante cose da scriverci sopra. In effetti ho scoperto che i post it sono la rivoluzione della comunicazione intra ed interpersonale in ufficio.


"Puoi passare da me per favore?"


"FAX 012345678910"


"Mandare mail a xyz"


"CX654THG"


fogliettini multicolori che invadono il tavolo, si accampano sul computer e mettono bene in evidenza che quello che c'è scritto sopra non te lo devi ricordare, ci pensano loro a farlo per te.


Sono il mio quaderno di appunti, sono il mio classificatore delle cose importanti, raccolgono tutti i dati che devo reinserire ogni due giorni, quell'11 che se diventa un 15 mi fa perdere una settimana di lavoro... in un certo senso sono la mia salvezza.


Ma sono OPERA DI UN SADICO.


Una volta scritti infatti, per staccarli dal blocchetto bisogna esercitare una torsione che trasforma il foglietto da superficie piana a superficie curva. E una cosa simpatica delle superfici curve è che toccano le altre superfici solo in un punto.... e in questo modo non solo il post it non si incollerà mai da nessuna parte, ma non potrai nemmeno usare lo scotch per fissarlo perché se lo facessi il foglietto guarderebbe irreparabilmente verso il soffitto.... Certo che se per leggerlo lo devo incorniciare imparo a memoria e faccio prima....


Mi ritrovo quindi con innumerevoli informazioni importanti che fluttuano libere fra il tavolo e il pavimento, giocano a nascondino sotto la tastiera e il computer e ci tengono a ricordarmi in ogni momento che nulla si crea e nulla si distrugge si, ma una marea di cose scompare con una velocità inimmaginabile appena ti serve....


Quasi quasi mi compro una lavagnetta..... 

6 commenti:

  1. oggi abbiamo inaugurato(in ufficio) quella cosa bianca, grossa quanto mezza parete, che usavamo per attaccare foto con le calamite, chiamata (attenzione) lavagna!

    una scoperta. summa gioia et gaudio. esperienza da provare. ora purtroppo siamo nella fase "scriviamo un sacco di cazzate sul collega della stanza accanto", ma capito che il mezzo ha un suo perchè, l'utilizzo valido ha la strada spianata.

    RispondiElimina
  2. grazie dell'incoraggiamento, proverò con la lavagnetta!!!!

    RispondiElimina
  3. ma lo sai che c'è un simpatico programma per pc che ti fa apparire sullo schermo i post-it che scrivi e te li apre con la sveglia quando hai un appuntamento?

    RispondiElimina
  4. si, lo sapevo, ce l'avevo pure nel computer vecchio, ma non lo usavo mai (non avevo niente da scriverci) .... ora che mi ci fai ripensare è un'idea!!!!!!!

    RispondiElimina
  5. Questo post mi ha fatto venire in mente una cosa che dovevo scrivere su un post it e che dovevo fare... AZZ!

    RispondiElimina
  6. vedi l'utilità dei blog? ^__^

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.