giovedì 13 dicembre 2007

Il ritorno della bibliografia maledetta

ebbene si, confermo....

(per chi avesse perso le precedenti puntate è possibile aggiornarsi qui)

Oggi sono andata in BIBLIOTECA.....

Erano mesi che non aggiornavo sull'argomento poiché pur essendo andata varie volte in biblioteca non mi era capitato niente di peoccupante (quelche scambio di lirbri ma niente di grave).

In realtà dovevo andarci ieri ma dato che l'orario dell'anno scorso era perfetto (tutti i giorni tutto il giorno) quest'anno hanno deciso di ridurlo se no funzionava troppo bene, e ieri era aperta solo fino alle 2.

Oggi avevo fretta (GRAVE ERRORE!!!!)

Arrivo alle 11 e chiedo i miei libri.

Dopo un'ora e un quarto ne arrivano due... e io inizio a spulciarli, faccio le fotocopie ecc... Dopo aver fatto le fotocopie (era l'una meno cinque) vado a prendere il terzo libro.

Devo premettere che conosco molto molto bene questo libro, ormai fuori commercio (se no l'avrei comprato da mesi), che ho preso in prestito già varie volte. E' un grosso libro nero con rilegatura telata morbida e un disegno geometrico verde sulla copertina.

Il titolo è Die Rater - I Reti (popolazione della seconda età del ferro che occupava la zona copresa fra la val di Non e la valle dell'Inn, altrimenti conosciuta in archeologia come cultura di Fritzen Sanzeno). Il libro in questione è un po' in tedesco e un po' in italiano e dovevo fare 5 pagine di fotocopie, nemmeno leggerle (sono in tedesco) e poi gioiosamente riportarlo all'addetto. In tutto ci avrei messo dieci minuti... POVERA ILLUSA!!

Arrivo al bancone, do un'occhiata rapida allo scaffale e non vedo nessun grosso libro nero... ma magari mi sbaglio...

Il tizio guarda un po' e mi porge gentilmente un libercolo multicolor intitolato

Il libri del Benessere di Rosanna Lambertucci


ah.

Io: Ehm, scusi, non è il libro che ho chiesto

Tizio: sì che lo è

Io: No che non lo è... vede il numero d'inventario di quello che le ho chiesto? 3724, tre-sette-due-quattro. Si chiama die rater ed è un grosso libro nero. Questo è un piccolo libro multicolor che si chama qualità e valore degli alimenti dal numero di inventario 3791 tre-sette-NOVE-UNO

T: Ah, si saranno sbagliati. Ora però il magazzino è in pausa, torni fra mezz'ora e lo cambiamo.

Era l'una... che faccio? vado a mangiare! Dopo mezz'ora torno, rispiego il problema...

T: ah, si, ora lo richiediamo, arriverà fra un'oretta

Un'oretta???? UN'ORETTA?????? eh no! Ma io ho una vita fuori da qui.... C'HO FRETTA!!! C'HO DA FAREEEEEEEEEE

Io: Vabbè, fagnente, mo' devo andare, lo chiedo in prestito interbibliotecario all'università che faccio prima...

Arrivedorci!!!!!!

Michela

4 commenti:

  1. scusa michè...lo scambio c'è stato perchè la lambertucci è archiviata come reperto archeologico?? o.O

    RispondiElimina
  2. Tò, guarda come è venuta male in foto la Lambertucci! Per lei gli anni '80 non sono mai finiti! XD

    RispondiElimina
  3. ma come?? secondo me non hai capito che lei in realtà è l'ultima dei sanzeni o come si chiamano...

    mamma mia che incubo..

    scusa, ma come mai in una biblioteca seria hanno un libro di quella ehmehm (vabbè è natale)??...

    Io sono sommersa dagli acciacchi bambinologici da imparare... 22, vieni a meeeeee!!!!!

    quando torni a roma tu?

    Io ci torno (intendo dal policlinico, che ormai è come il vaticano) il 22 e sono pronta a un rombante scambio regaliiiiiiiii*******

    bambini, siete degli essere pieni di muco e schifessseeee aaaaaaa

    uuuuuuu

    (scusa devo sfogare la mia rabbia repressa)


    RispondiElimina
  4. @Amelia:in effetti la tua ipotesi è molto probabile... non ci avevo pensato... e poi Età del Ferro... alimenti... si, in effetti c'azzecca in pieno!!!!

    @Slicca: avresti dovuto vedere la foto su libro... era spettacolare!!!

    @Ary: io torno questo giovedì (il 20), quindi quando vuoi sono disponibile!!!!!!! un mega bacio!!!

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.