giovedì 19 aprile 2007

Altro che medico, qui ci vuole un analista!

Oggi vorrei parlare di qualcosa di culturalmente molto elevato: la serie televisiva "un medico in famiglia"


Nasce come la complicata storia d'amore fra Lele, un medico vedovo con tre figli, e Alice, la cognata. Intorno si intrecciano le vicende degli altri personaggi: i figli, i rispettivi fidanzati, gli amici, i colleghi della ASL (è con "un medico in famiglia" che abbiamo smesso di dire USL!!!), la colf con il fidanzato, i nonni, soprattutto Nonno Libero, padre di Lele, che vive con lui e che rappresenta un po' il centro della famiglia. A casa di Lele va a vivere anche il nipote perché ha problemi con la madre. Alla fine i protagonisti scioprono di amarsi reciprocamente proprio un attimo prima che lei parta per l'Africa per fare volontariato. La prima serie era carina, simpatica, faceva ridere (i dialoghi fra l'altro erano scritti da Antonello Dose e Marco Presta, quelli del "Ruggito del Coniglio" di radio2, garanzia di comicità).

il cast degli attori

Poi con la seconda serie le cose si complicano: Lele ed Alice stanno insieme, si amano, si sposano, non ci sono più problemi... di che si parla? Lele diventa capo della ASL, nascono 2 gemelli, il padre di Alice truffa tutti gli amici di famiglia e scappa in Brasile, un'infermiera della ASL va a letto con un prete e con un amico gay e la figlia (non si sa di chi) va a vivere con l'amico gay... questa serie è molto meno divertente della prima, il cast si è assottigliato, e si sente la mancanza di Ugo Dighero, il cui personaggio è partito per l'Africa per fare volontariato (pure lui?).

Terza serie... il cataclisma! Lele va in Australia a fare ricerca e Alice in Brasile con i gemelli... ora, io mi rendo conto che gli attori avevano lasciato la serie, ma perchè non inventarsi qualcosa tipo un rapimento dagli alieni, un'epidemia di prurito che li fa mettere in quarantena, la strega di Biancaneve che li fa sparire.... insomma, tutto è meno assurdo di sue che a tre anni dal matrimonio partono per sempre, andando in due continenti diversi e mollando i figli a casa col nonno.


La storia gira intorno all'amore fra Maria, la figlia maggiore di Lele, e Guido, il nuovo "medico in famiglia" che è venuto a stare da loro e lavora alla stessa ASL dove stava Lele. Alla fine naturalmente i due si mettono insieme. Nel frattempo Cettina si è trovata un nuovo amore.

Quarta serie... ormai Maria e Guido si amano e vanno a vivere insieme... si ripropone il dramma della seconda serie... di che si parla? Nonno Libero e Nonna Enrica si sposano per convenienza (infatti il giorno dopo vengono paparazzati a letto insieme). Improvvisamente Maria impazzisce, dalla persona normale che era si trasforma: insopportabilmente rompiscatole, isterica, salta da un letto all'altro per poi tornare da Guido (che inspiegabilmente se la riprende) e sposarlo in una incredibile cerimonia in stile africano, eh già, dopo le nozze i due sposini partiranno per l'Africa a fare volontariato (ancora?!?)


Ora... quinta serie, Maria e Guido sono in Africa, serve un nuovo medico in famiglia... ecco comparire Emilio, e come protagonista femminile Sarita, una ragazza indiana la cui famiglia si è trasferita vicino ai Martini. La storia d'amore fra i due pone dei problemi perché entrambi sono fidanzati. Il nonno di Sarita fa impazzire Cettina che molla marito e figlio, ecc.ecc.ecc.

Ora un piccolo quadro riassuntivo di una normale famiglia italiana...

Padre vedovo con tre figli sposato alla cognata dalla quale ha altri due figli. Lui è in Australia, lei con i due figli in Brasile, i figli a casa con il nonno tranne una che si è sposata ed è andata (prima della laurea) a fare il medico senza frontiere in Africa col marito per fare una tesi dal titolo "la mortalità infantile in Africa". Lei torna in Italia sconvolta (del resto se decidi di punto in bianco di andare in Africa a curare i bambini è propabile che poi non la prendi bene...) e quindi inizia a fare bunjee jumping e a frequentare brutta gente. Il nonno si è sposato con la nonna e fa il sindaco di Poggiofiorito. Il nipote continua a vivere dallo zio (o meglio dal nonno) mentre la madre ha avuto un altro figlio da un'avventura di una notte e ora ha un nuovo compagno, la cui figlia sta con il figlio di Lele...ecc. ecc. ecc.

e mi sembrava strana la mia di vita famigliare....

4 commenti:

  1. Wawawawa!!!

    io ho ripreso a guardare questa serie, ma ormai siamo ai limiti dell'assurdo!

    E Annuccia non la posso vedere!!!

    RispondiElimina
  2. si una cosa pazzesca... e annuccia da bimba tenera e divertente si è tramutata in una bertuccia acida e dispotica..al rogo!!!magari le avessero reciso le corde vocali quando la hanno operata..

    ok, queste cose non si dicono

    però che diamineeeee****

    un baciottolo

    RispondiElimina
  3. io ho visto solo le prime... poi mi sono stancata... comunque il mio mito era cettina! :D


    c'è ancora alberto? :P

    RispondiElimina
  4. ciao michi!ono di nuovo io..eee si batte la fiacca su questo blog..e no,e no! Dal tuo sms ho dedotto che sei partita col tuo piano villaggiovacanza con Clalia, o sbaglio?

    Io quest'anno credo che dovrò essere nei paraggi stile avvoltoio..eeh, la vita di noi medici, sempre in lotta per ottenere di ammazzarci di lavoro!amarezza *__*

    un bacino

    RispondiElimina

I commenti sono moderati. Se ritenuti scortesi, maleducati o inappropriati non verranno pubblicati.