mercoledì 26 dicembre 2007

BUONE FESTE!!!!

Non ho avuto il tempo di aggiornare prima, trasformo quindi gli auguri di Buon Natale in

BUONE FESTE e FELICISSIMO 2008!!!!!!!!!!!!!!!!



Michela

P.S.: Ci sentiamo l'anno prossimo!!!

martedì 18 dicembre 2007

Quando...

...il mondo attorno a te è soffice, caldo e accogliente (A PARTE BREVI SPRAZZI DI GELO) 

...il frastuono della vita quotidiana non ti disturba, anzi, ti culla dolcemente

...hai l'impressione di fluttuare felice nell'aria

...riesci a percepire ogni singola parte del tuo corpo

...la città sembra improvvisamente libera dallo smog

...riesci a trasportare un'enorme torta al cioccolato senza che ti venga voglia di assaggiarne nemmeno un pezzettino

...il tuo cervello ci tiene a ricordarti quanto sia fondamentale il suo lavoro in ogni minima attività della vita quotidiana

...le persone moleste non riescono a farti arrabbiare nemmeno con le offese più terribili

...i tuoi occhi si riempiono i lacrime senza motivo

METTITI AL LETTO CHE HAI LA FEBBRE!!!!!!!!!!!!!!!!!

...NE SO QUALCOSA...

giovedì 13 dicembre 2007

Il ritorno della bibliografia maledetta

ebbene si, confermo....

(per chi avesse perso le precedenti puntate è possibile aggiornarsi qui)

Oggi sono andata in BIBLIOTECA.....

Erano mesi che non aggiornavo sull'argomento poiché pur essendo andata varie volte in biblioteca non mi era capitato niente di peoccupante (quelche scambio di lirbri ma niente di grave).

In realtà dovevo andarci ieri ma dato che l'orario dell'anno scorso era perfetto (tutti i giorni tutto il giorno) quest'anno hanno deciso di ridurlo se no funzionava troppo bene, e ieri era aperta solo fino alle 2.

Oggi avevo fretta (GRAVE ERRORE!!!!)

Arrivo alle 11 e chiedo i miei libri.

Dopo un'ora e un quarto ne arrivano due... e io inizio a spulciarli, faccio le fotocopie ecc... Dopo aver fatto le fotocopie (era l'una meno cinque) vado a prendere il terzo libro.

Devo premettere che conosco molto molto bene questo libro, ormai fuori commercio (se no l'avrei comprato da mesi), che ho preso in prestito già varie volte. E' un grosso libro nero con rilegatura telata morbida e un disegno geometrico verde sulla copertina.

Il titolo è Die Rater - I Reti (popolazione della seconda età del ferro che occupava la zona copresa fra la val di Non e la valle dell'Inn, altrimenti conosciuta in archeologia come cultura di Fritzen Sanzeno). Il libro in questione è un po' in tedesco e un po' in italiano e dovevo fare 5 pagine di fotocopie, nemmeno leggerle (sono in tedesco) e poi gioiosamente riportarlo all'addetto. In tutto ci avrei messo dieci minuti... POVERA ILLUSA!!

Arrivo al bancone, do un'occhiata rapida allo scaffale e non vedo nessun grosso libro nero... ma magari mi sbaglio...

Il tizio guarda un po' e mi porge gentilmente un libercolo multicolor intitolato

Il libri del Benessere di Rosanna Lambertucci


ah.

Io: Ehm, scusi, non è il libro che ho chiesto

Tizio: sì che lo è

Io: No che non lo è... vede il numero d'inventario di quello che le ho chiesto? 3724, tre-sette-due-quattro. Si chiama die rater ed è un grosso libro nero. Questo è un piccolo libro multicolor che si chama qualità e valore degli alimenti dal numero di inventario 3791 tre-sette-NOVE-UNO

T: Ah, si saranno sbagliati. Ora però il magazzino è in pausa, torni fra mezz'ora e lo cambiamo.

Era l'una... che faccio? vado a mangiare! Dopo mezz'ora torno, rispiego il problema...

T: ah, si, ora lo richiediamo, arriverà fra un'oretta

Un'oretta???? UN'ORETTA?????? eh no! Ma io ho una vita fuori da qui.... C'HO FRETTA!!! C'HO DA FAREEEEEEEEEE

Io: Vabbè, fagnente, mo' devo andare, lo chiedo in prestito interbibliotecario all'università che faccio prima...

Arrivedorci!!!!!!

Michela

lunedì 10 dicembre 2007

W la dieta....

Visti i ripetuti accenni da parte dei miei vestiti del tipo "non ci sperare non ti entro...nemmeno col calzascarpe!!!!"

Visto che ormai nemmeno da distesa posso far finta di non avere la pancia

Visto che devo prendere i reggiseni di una taglia più grande (e questo non mi dispiace affatto...)

Visto che ogni volta che faccio le scale dopo ho bisogno della bombola di ossigeno

Visto che perfino mio padre mi consiglia di dimagrire (per non parlare di mia nonna che ogni volta che mi vede esordisce con un "sei ingrassata" e del mio professore che mi ha recentemente salutato con un"hai messo su qualche chilo, eh?"...w la diplomazia)

Ho deciso di andare in palestra...


e ci vado (eh già, pare strano ma ci vado sul serio..)

Però mi sono detta (e l'ho spiegato anche a mia mamma): non serve a niente andare in palestra se poi mi strafogo di cioccolata, salsiccie, salami e dolci, no? Allora, mamma, sii gentile, visto che sono golosissima di tutto ciò che è ipercalorico, evita di indurmi in tentazione comprando dolci, o preparando pasti di 8 portate una più buona dell'altra come tuo solito, prepara una cosa e basta, così ne posso mangiare una discreta quantità e la bilancia non ne risente troppo.

E lei: si, ho capito! Si cambia registro!

Il discorso è stato fatto sabato scorso (il 1 dicembre)

Domenica ha preparato il risotto con le salsicce. Ha lasciato un po' di salsicce nel frigo da preparare durante la settimana quando lei non c'è, e mica si possono buttare...

Lunedì preparo le salsicce. Martedì vedo che c'è una vaschetta di carne in frigo, evidentemente devo usarla prima della fine della settimana... e cosa sono? SALSICCE!!!!

Le evito per due giorni, alla fine le preparo giovedì che viene un po' di gente a cena. Ma dato che non bastano ne prendo un'altra vaschetta.

Tre minuti prima di iniziare a preparare scopro che invece di 7 siamo in 4... uso una sola vaschetta di salsicce.

Venerdì pranzo con tutta la famiglia, invece della solita torta alle mele mamma prepara un plumcake (che non mi fa impazzire) e un dolce al cioccolato ricoperto di glassa e granella di nocciole (AAAAAAARGHHH)


Sabato compra la frutta secca (mandorle noci e nocciole) ricoperte di cioccolato e le piazza bene in vista in mezzo al tavolo. Per pranzo prepara il maialino al forno.

Domenica (una volta che ho spostato la suddetta frutta secca nella credenza, per non vederla) sul tavolo campeggiano tre biscotti al cioccolato, che non si possono spostare (gliel'ho chiesto), non ne capisco la ragione.


E io stoica non li ho mangiati, così come ho evitato le salsicce, il dolce al ciocolato (me ne sono concessa solo un pezzo piccolo piccolo... praticamente un pianto) e il maialino.

A sera formaggio e salsicce (quelle crude, secche). Le adoro, un po' le mangio, evito i biscotti e il dolce.

Stamattina guardo in frigo... entro la fine della settimana devo mangiare la carne rimasta, ovvero.... SALSICCE!!!! dalla rabbia ho agguantato e ingurgitato i biscotti al cioccolato per colazione (erano solo 3 per fortuna)...


Vado in palestra, ci sentiamo presto!

Michela

giovedì 6 dicembre 2007

PARIGI!!!!!!

VADO A PARIGI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


eh già, non l'avevo detto per scaramanzia ma qualche tempo fa ho fatto domanda per una borsa di studio per uno stage all'estero, e mi ero messa in contatto con un laboratorio di Parigi. Il laboratorio mi ha accettato e ho superato la selezione per la borsa, quindi...

Parigi... arrivooooooo!!!!!!!!!!!!!


Michela

happy_feet.jpg happy_feet image by dorksrdorks

mercoledì 5 dicembre 2007

Scene di vita quotidiana I: scegliere un film

Mamma: Vediamo un film?

Io (davanti al portatile, studiando): si, va bene

M: Ok, vai a scegliere il film

I: No, guarda, scegli tu, per me è uguale, intanto finisco qui

M: Ma no, vallo a scegliere tu, ci vuole un attimo, io non ho preferenze, poi finisce che ne scelgo uno che non ti piace

I: Ma davvero, scegli tu, io sto studiando, lo faccio solo per avere un po' di rumore intorno a me, se anche metti la corazzata Potiomkin (libera interpretazione dell'ortografia del termine....molto libera) non mi cambia niente

M: ma no che sei tu quella che fa le storie per i film, prendine uno a caso che tanto per me è uguale

I: Va bene

Vado, scelgo 4 o 5 film (tipo Mediterraneo, Insonnia d'amore, The Mask, Sister Act, French Kiss)

M: allora per una volta vediamo un film serio: Mediterraneo

I: Per me va bene, non l'ho mai visto

Dopo un po'

I: un po' lento l'inizio...

M: Beh, è normale, è un film di guerra

Altri cinque minuti

M: Vabbé, spegniamo e andiamo di là. Certo che proprio Mediterraneo dovevi scegliere...

I: Ma veramente te ne ho portati 5...

M: Ma non me ne piaceva nessuno

ALLORA PERCHE' NON TE LI SCEGLI DA SOLA?????????????? O.o

giovedì 29 novembre 2007

Barbie

Dopo una parentesi più seria (eh già, capita anche a me...) torno sui vostri monitor per raccontarvi qualcosa che mi è successo ieri...

Ero in un ipermegaenormesupermercato e per caso sono capitata nnel reparto giocattoli... insomma, per caso, in realtà in vista delle feste hanno trasformato l'intero ipermegaenormesupemercato  nel reparto giocattoli... comunque...

Capito nel reparto giocattoli, do un'occhiata e resto annichilita...

Ecco i nuovi modelli di Barbie:

Barbie Chat Diva: parla al cellulare, ha il microfono e l'impianto stereo e se la colleghi all'I-pod (mica al lettore mp3...no!) canta con te. Per la prima volta nella storia una Barbie ha la bocca aperta...


Barbie balla con te: si chiama Geneviéve (Poraccia!!!!) Alta 40 cm, interattiva, 3 modalità di gioco:

Barbie ti insegna a danzare , tu segui i suoi passi !

Danzate insieme , Barbie segue i tuoi passi ,come una vera coppia di ballerine!

Barbie si esibisce da sola


Non ho parole....

Michela

mercoledì 28 novembre 2007

Dimentichiamo.......... ovvero Viva la Libertà

Tutti a raccolta, in alto le fiaccole, è ora di metterci in marcia contro la dittatura del positivismo!

Per i nostri ragazzi, per la Cristianità, per la libertà di pensiero, spazziamo via dai libri di scuola tutte le menzogne che la scienza ci propina! Questa è una battaglia per la verità e per il popolo.

Dimentichiamo Niccolò Copernico: è evidente per tutti che il Sole si muove nel cielo, chiunque lo può constatare, ma per cinque secoli gli scienziati sono riusciti, incredibilmente, a convincerci del contrario. Svegliamoci, usiamo la nostra testa, senza più farci truffare da falsi maestri!
Dimentichiamo Isaac Newton: l’assurda legge che porta il suo nome, secondo la quale oggetti che non si toccano si attrarrebbero a vicenda, è un’evidente falsità! Forse che due mele, appoggiate sul tavolo, rotolano l’una verso l’altra? Dove si è mai vista una cosa simile?

Dimentichiamo Eratostene, e con lui tutta la congrega di assertori della sfericità della Terra: forse che andando in Australia ci sentiamo venire il sangue alla testa, o ci escono gli oggetti dalle tasche, o ci ritroviamo la cravatta davanti al naso? La superficie dell’acqua in una scodella è chiaramente piatta, perché non dovrebbe esserla anche quella dell’oceano? Nemmeno Cristoforo Colombo, povero stupido, è mai arrivato in Oriente, contrariamente a quanto vogliono farci credere!
Dimentichiamo Werner Heisenberg e il suo insulso principio di indeterminazione: forse che la pattuglia della polizia stradale non è in grado di dirvi contemporaneamente dove eravate e a quale velocità stavate viaggiando?

Dimentichiamo Albert Einstein: la sua relatività è una teoria distruttiva, uno sterile cerebralismo, che mina la Verità dell’Assoluto, peraltro in clamorosa e dichiarata contraddizione con il suo collega Newton. Dove sarebbe, quindi, la verità della scienza? Che dire, inoltre, della bomba atomica?
Dimentichiamo le scoperte di Edward Jenner, Louis Pasteur e Robert Koch: con le loro cure delle malattie infettive, hanno provocato un aumento gigantesco del numero di morti per tumore. E adesso gli scienziati ci chiedono continuamente montagne di soldi per la ricerca sul cancro!

Dimentichiamo Ignàc Semmelweis: la vita umana è nelle mani della Provvidenza, nessuno di noi ha il diritto di stabilire se una donna su tre deve o non deve morire di parto in ospedale!
Dimentichiamo Albert Sabin e il suo vaccino contro la poliomielite: egli rinunciò a brevettarlo per garantirne la massima diffusione nel mondo. Dato che nessuno può essere così stupido da rinunciare a una fonte di guadagno così grande, deve certamente aver avuto un secondo fine. Ancora oggi non sappiamo quali effetti nocivi il vaccino abbia diffuso nella popolazione mondiale. Questo dimostra quanto gli scienziati siano subdoli e malvagi!

Dimentichiamo René-Just Hauy e tutti gli altri studiosi della cristallografia: rivendichiamo la libertà di credere che le forme perfette dei cristalli siano il risultato di influssi celesti e, come tali, portatrici di proprietà curative. Perché togliere le speranze ai malati?
Dimentichiamo Denis Papin e la sua prima macchina a vapore: noi siamo contrari alla pentola a pressione!

Dimentichiamo gli studi di Alessandro Volta e James Maxwell: l’elettricità uccide molte persone ogni anno, e per di più ci induce a fare tardi la sera, corrompendo le nostre abitudini. Non andare a letto presto ha provocato una riduzione delle nascite, con il risultato che la società occidentale, altrimenti superiore alle altre, è oggi in piena decadenza!
Dimentichiamo Carlo Linneo: che senso ha perdere tempo e denaro per dare un nome a tutti quegli insignificanti esseri disgustosi che vivono nella terra e nelle profondità marine, i quali non sono di nessuna utilità per noi?

Dimentichiamo Gregor Mendel e la genetica: dietro questa scienza, contraria alla dignità dell’uomo, si nascondono terribili minacce per l’umanità!
E soprattutto dimentichiamo Charles Darwin, anche se non ci è chiaro il perché. Ma è proprio questo che ci procura il maggior fastidio.
Rivendichiamo in ogni caso a voce alta, per il nostro bene e per il bene dei nostri figli, la libertà di bruciare streghe sui roghi!



Proponiamo infine, per risolvere i problemi della disoccupazione e dell’economia, di utilizzare tutti i fondi fino ad ora sprecati nella ricerca scientifica per promuovere con ogni mezzo le attività di astrologi, maghi, cartomanti, guaritori, pranoterapeuti e indovini, nonché la vendita di alghe dimagranti, di amuleti e di numeri del lotto. Milioni di Italiani sono con noi: ciò significa che si produrrebbe un enorme giro d’affari, e avremmo abbastanza denaro per risolvere tutti i problemi.



Giorgio Bardelli (curatore al Museo di Storia Naturale di Milano)



da Pikaia















lunedì 26 novembre 2007

Da dove veniamo?

Da secoli l'uomo si interroga sulla sua esistenza... le celebri domande CHI SIAMO, DA DOVE VENIAMO e DOVE ANDIAMO hanno assillato generazioni di filosofi, scienziati, intellettuali... una di queste domande mi è stata posta oggi sotto forma di una catena da Slicca... ecco qui le mie riflessioni sull'argomento


Da dove veniamo? (ovvero: Come sei diventato blogger?)


così come l'uomo si è evoluto da antenati scimmieschi che a loro volta derivavano da antenati topiformi vissuti all'epoca dei dinosauri anche questo blog è una evoluzione di un windows live space che avevo creato precedentemente, chiuso al pubblico. Poi ho deciso di gettarmi nella lotta per l'esistenza, ed eccomi qui


In risposta a quale pressione selettiva si è sviluppato questo adattamento? (ovvero: Chi o cosa ti ha spinto a creare un blog?)


la pressione selettiva è stata rappresentata da Arianna, il cui blog è stato per me un raggio di luce gioiosa nelle tristi e fredde giornate ferraresi... mi è venuta voglia di scrivere ma il windows live space non mi permetteva di esprimere a fondo la mia creatività per quanto riguarda immagini sfondi e co (non hanno lo sfondo dell'era glaciale, insomma, so' probblemi...) e quindi mi sono trasferita in una nicchia ecologica le cui risorse fossero più confacenti alle mie caratteristiche (=sono passata a splinder)


Il tuo primo post.


non avevo idea di cosa avrei potuto scrivere. e si è visto.


L'adattamento peggiore (Il post di cui ti vergogni di più? )


Il primo... ma ancora non mi ero abituata al nuovo ambiente!


L'adattamento migliore (Il post di cui sei più fiero?)


I miei cavalli di battaglia sono Mattina, Intimissimi, SOS zanzare... ma in generale sono soddisfatta dei miei post...


nomino... no, non nomino, meglio così per la mia incolumità!


Baci


Michela

martedì 20 novembre 2007

Belli i complimenti...

Ricevere un complimento è una delle cose più belle che possa capitare ad un donna... o no? ecco qui i complimenti più ... più... ehm... vabbè, più ............... che io abbia ricevuto! (per chi vuole inserire la parola mancante, se esiste nel vocabolario, prego cliccare sul link Commenti)


Hai un cranio molto mediterraneo fa sempre comodo saperlo


Sei come un fossile raro dai che ti sei salvato con il "raro"....


Sei un Homo heidelbergensis* per la mia abilità nella scheggiatura, sia chiaro... (wow, ho fatto la rima! che poetessa!)


Strepto-cocca Mitocondrio!


Per me sei una sorella mentre a sua insaputa io avevo una cotta assurda per lui


Sei un mammut si, secondo chi me l'ha detto è un complimento, non chiedetemene la ragione


...forse dovrei fare più attenzione a chi frequento?


*Homo heidelbergensis: in breve forma umana da cui si è sviluppato l'uomo di Neandertal. Quest'ultimo, so di distruggere un mito, non era un antenato dell'uomo moderno.


 

Come far innamorare una donna, ovvero belli i complimenti....

Ricevere un complimento è una delle cose più belle che possa capitare ad un donna... o no? ecco qui i complimenti più ... più... ehm... vabbè, più ............... che io abbia ricevuto! (per chi vuole inserire la parola mancante, se esiste nel vocabolario, prego cliccare sul link Commenti)

Hai un cranio molto mediterraneo fa sempre comodo saperlo
Sei come un fossile raro dai che ti sei salvato con il "raro"....
Sei un Homo heidelbergensis* per la mia abilità nella scheggiatura, sia chiaro... (wow, ho fatto la rima! che poetessa!)
Strepto-cocca Mitocondrio!
Per me sei una sorella mentre a sua insaputa io avevo una cotta assurda per lui
Sei un mammut si, secondo chi me l'ha detto è un complimento, non chiedetemene la ragione ...forse dovrei fare più attenzione a chi frequento?

 *Homo heidelbergensis: in breve forma umana da cui si è sviluppato l'uomo di Neandertal. Quest'ultimo, so di distruggere un mito, non era un antenato dell'uomo moderno.

giovedì 15 novembre 2007

La preistoria...

Un bambino preistorico torna alla caverna con la pagella.
Mette il lastrone di pietra sul tavolo.

Il padre prende il lastrone in mano per leggerlo ....
sconsolato ... scuote la testa e non si capacita...

4 in italiano ...
lo capisco ... e' poco che parliamo, sono le prime volte!

4 in matematica ...
lo capisco ... le nostre menti non sono ancora sufficientemente evolute!

MA... 4 in storia ...
te prego ... so' du' stupidaggini!!!

mercoledì 14 novembre 2007

Mi piace il Jazz

Rispondi ad ogni domanda con il titolo di una canzone che hai nel lettore mp3

....non si vede che amo il jazz....

 

1) Come ti senti oggi? a foggy day...

2) Dove arriverai nella tua vita? April in Paris, New York New York....

3) Come ti vedono i tuoi amici? Qualcosa di grande!

4) Ti sposerai? The man I love!

5) Qual'è la canzine adatta al tuo migliore amico/a? Grazie mille

6) Com'è la tua vita? stormy weather

7) Com'è stato il tuo liceo/università/posto di lavoro? parole parole

8) Qual'è la tua filosofia di vita? la vie en rose

9) Qual'è la cosa più bella dei tuoi amici? Insieme

10) Cosa hai in programma per questo week end? un'avventura

11) La canzone per descrivere i tuoi nonni? summer wind

12) Come va la vita? Come rain or come shine

13) Come ti vede il mondo? una donna per amico

14) Avrai una vita felice? vorrei

15) Che cosa pensano realmente di te i tuoi amici? pensiero stupendo!!!!!!!

16) La gente segretamente ti brama? dream a little dream of me

17) Come puoi essere felice? fly me to the moon

18) Avrai dei figli? Ma no ma si ma su ma dai

19) Se un uomo su un camion ti avesse offerto una caramella tu cosa avresti fatto? Mio Dio no

20) Cosa pensa di te tua mamma? How high the moon

21) Qual'è il tuo più grande segreto? prisencolinanciusol

22) Qual'è la canzone del tuo peggior nemico? Era

23) Com'è la tua personalità? Bella vera

24) Qual'è la canzone che sarà suonata al tuo matrimonio? Love is here to stay

25) Fai lo spelling del tuo nome con le canzoni:

 M: Moon river

 I: I got rythm

 C: Come fly with me

 H: How high the moon

 E: E se domani

 L: Let's do it (let's fall in love)

 A: A tisket a tasket


e ora mi toccano le nomination....

ma no, non sono così cattiva, chi vuol raccogliere la provocazione raccolga!


Michela

martedì 6 novembre 2007

Generazione anni 80

E voi che generazione siete? ecco la mia!


Noi che ci divertivamo anche facendo 'Strega comanda color' e "regina reginella" e i passi più gettonati erano quelli a barattolo
Noi che facevamo 'Palla Avvelenata'
Noi che giocavamo regolarmente a 'Ruba Bandiera'.
Noi che non mancava neanche 'dire fare baciare lettera testamento'
e incidevamo la lettera sulla schiena in un modo che l'inquisizione ci ha sempre invidiato
Noi che i pattini avevano 4 ruote non allineate e si allungavano quando il piede cresceva e non usavamo casco, polsiere, ginocchiere ma siamo sopravvissuti lo stesso
Noi che mettevamo le carte da gioco con le mollette sui raggi della bicicletta. no questo non lo facevo
Noi che chi lasciava la scia più lunga nella frenata con la bici era il più figo.
Noi che 'se ti faccio fare un giro con la bici nuova non devi cambiare le marce'.
Noi che passavamo ore a cercare i buchi sulle camere d'aria mettendole in una bacinella. perché, ora come si fa?
Noi che il Ciao si accendeva pedalando.
Noi che suonavamo al campanello per chiedere se c'era l'amico in casa. e se non c'era la sua mamma ci offriva il gelato 'la Cremeria'
Noi che facevamo a gara a chi masticava più big-babol contemporaneamente. ed erano rigorosamente piene di zucchero e coloranti
Noi che avevamo adottato gatti e cani randagi che non ci hanno mai attaccato nessuna malattia mortale anche se dopo averli accarezzati ci mettevamo le dita in bocca.

Noi che i termometri li rompevamo, e le palline di mercurio giravano per tutta casa.
Noi che dopo la prima partita c'era la rivincita, e poi la bella, e poi la
bella della bella. (pure mò)
Noi che giocavamo a 'Indovina Chi?' anche se conoscevi tutti i personaggi a memoria (e la domanda 'è uomo o donna si poteva fare per 10° perché se no se ti capitava una donna con gli occhiali e il cappello era la fine)
Noi che giocavamo a fiori frutta e città (e la città con la D era sempre Domodossola)..
Noi che con le 500 lire di carta ci venivano 10 pacchetti di figurine. No, vebbè, a quell'epoca ancora non c'ero... però mi ricordo i gettoni del telefono che valevano 200 lire!
Noi che ci mancavano sempre quattro figurine per finire l'album Panini. E ne avevamo 200 copie di quelle più brutte con non avremmo potuto scambiare neanche pagando.
Noi che avevamo il 'nascondiglio segreto' con il 'passaggio segreto'.
Noi che le cassette se le mangiava il mangianastri, e ci toccava riavvolgere il nastro con la penna. Io ero evoluta e usavo le chiavi che facevo prima
Noi che in TV guardavamo solo i cartoni animati. E solo di Walt Disney perché gli altri erano diseducativi
Noi che avevamo i cartoni animati belli!!! e il sabato sera c'era Romina Power che presentava il cartone Disney sulle note di "When you wish upon a star"
Noi che abbiamo raccontato 1.500 volte la barzelletta del fantasma formaggino. Io l'ho raccontata l'ultima volta meno di un mese fa per istruire le nuove generazoni  sfortunate (18enni) che non la conoscono.
Noi che ci emozionavamo per un bacio su una guancia.
Noi che non avevamo il cellulare per andare a parlare in privato sul terrazzo. ma manco la possibilità di usare il telefono quando ci pareva
Noi che i messaggini li scrivevamo su dei pezzetti di carta da passare al compagno. o da mettere fra la sedia e la schiena del compagno davanti
Noi che si andava in cabina a telefonare. coi gettoni
Noi che c'era la Polaroid e aspettavi che si vedesse la foto. e dopo qualche tempo la foto si schiariva, si sfogliava e rimpiangevi di non aver usato il rullino
Noi che non era Natale se alla tv non vedevamo la pubblicità della Coca Cola con l'albero. e non arrivavano a scuola i cataloghi dei giocattoli della GIG e della Giochi preziosi
Noi che le palline di natale erano di vetro e si rompevano.
Noi che al nostro compleanno invitavamo tutti, ma proprio tutti, i nostri compagni
di classe. oppure portavamo la torta a scuola e facevamo un regalino ciascuno diversi per maschi e femmine
Noi che facevamo il gioco della bottiglia tutti seduti per terra.
Noi che se guardavamo tutto il film delle 20:30 eravamo andati a dormire tardissimo.
Noi che giocavamo a calcio con le pigne.
Noi che le pigne ce le tiravamo pure. e finché sono aperte va pure bene, ma chiuse....
Noi che suonavamo ai campanelli e poi scappavamo. e non c'erano telecamere a riprenderci
Noi che nelle foto delle gite facevamo le corna ed eravamo sempre sorridenti. salvo poi pestare chi faceva le corna
Noi che il bagno si poteva fare solo dopo le 4. e se erano le 4 e mezza era meglio
Noi che a scuola andavamo con cartelle da 2 quintali. senza carrellino
Noi che quando a scuola c'era l'ora di ginnastica partivamo da casa in tuta. e era comprata al mercato, non dell'adidas o della nike
Noi che a scuola ci andavamo da soli e tornavamo da soli.
Noi che se a scuola la maestra ti dava un ceffone, la mamma a casa te ne dava due.
Noi che se a scuola la maestra ti metteva una nota sul diario, a casa era il terrore.
Noi che le ricerche le facevamo in biblioteca, mica su Google. e per le immagini usavamo i libretti "ricerca" che si compravano dal cartolaio
Noi che internet non esisteva.
Noi che però sappiamo a memoria 'Zoff Gentile Cabrini Oriali Collovati Scirea Conti Tardelli Rossi Antognoni Graziani (allenatore Bearzot)'. io no, è grave?
Noi che 'Disastro di Cernobyl' vuol dire che non potevamo bere il latte alla mattina.
Noi che compravamo le uova sfuse, e la pizza alta un dito, con la carta del pane che si impregnava d'olio. ed era quella la merenda
Noi che non sapevamo cos'era la morale, solo che era sempre quella.. fai merenda con Girella.. questa non l'ho capita...
Noi che si poteva star fuori in bici il pomeriggio.
Noi che se andavi in strada non era così pericoloso.
Noi che però sapevamo che erano le 4 perché stava per iniziare BIM BUM BAM.
Noi che sapevamo che ormai era pronta la cena perchè c'era Happy Days. no, questo proprio non me lo ricordo
Noi che il primo novembre era 'Tutti i santi', mica Halloween.


Che fortuna esserci stati!


 

venerdì 26 ottobre 2007

Mattina

La mattina a casa mia è una faccenda laboriosa... molto laboriosa


Innanzitutto mi devo svegliare... e non è una cosa da poco. Dato che abito con i miei per fortuna ci pensano loro.


Mia madre fa così: si sveglia e senza svegliare me fa colazione e va a lavarsi... ad un'ora che decide lei sulla base degli impegni della giornata, mettiamo alle 7. Poi mi sveglia, mettiamo alle 7.30. Io entro in bagno per lavarmi... Ed è in questo preciso istante che esclama:


- Sbrigati, fra un quarto d'ora dobbiamo uscire, se no facciamo tardi-


Ah.


Senza soffermarsi sull'ingiustizia della cosa, succede che dopo 7-10 minuti equamente ripartiti fra doccia, lavaggio viso, lavaggio denti, ecc mi sento dire


-Forza che siamo in ritardo-


E l'unico neurone del mio cervello attivo al mattino (e non è neanche dei più svegli...) entra in paranoia.


perdo preziosissimi istanti a guardarmi come un'ebete nello specchio fino a quando il neurone torna attivo e vado in camera. Lì due sorprese:


il letto è rifatto (bene, mi piace questa cosa)


la finestra è aperta (anche, o meglio SOPRATTUTTO in inverno)


e io, fradicia, coperta da uno striminzito asciugamanino, a piedi scalzi (se no bagno le ciabatte) vado a chiudere la finestra, non senza aver mostrato al mondo il mio stato di pseudo-zombie. Sì, perchè siamo al primo piano, a tipo due metri dalla strada e qualunque ciclista di passaggio può vedermi mentre chiudo la finestra con la pelle di un sano colorito violaceo (rosso della reazione dopo la doccia + blu per il freddo) e l'asciugamano rosa a coprire il copribile.


Poi la colazione la faccio in macchina perché non c'è tempo.


Mattina: mi illumino di immenso....


... o è la rabbia repressa?


Michela


P.S.: approfitto di questo post per avvertirvi che domani parto per una gita di 4 giorni a Malta, torno martedì. Buon fine settimana!!! 

lunedì 22 ottobre 2007

Succede....

Succede a volte che in un momento difficile della propria vita si abbia un'illuminazione, la lampadina si accende suggerendo un progetto di studio innovativo e i problemi sembrano risolti...


edi


Succede che questa idea, riguardante un argomento su cui non si pubblica da almeno 5 anni si riveli realizzabile in tempi relativamente brevi...


Dancing Looney Toons Bugs Bunny Images


Succede che questa idea venga accettata per un finanziamento....


Ecstatic Mouse Images


Succede che una volta ricevuto il finanziamento facendo una veloce ricerca su internet si scopra che un articolo di un mese fa rivoluziona tutte le precedenti idee sull'argomento....


Cartoon Images


ma acciderbolina, 'sti cretini non potevano aspettare un paio di anni a cominciare quella ricerca?


Angry Mickey Mouse Images


Michela

venerdì 19 ottobre 2007

Intimissimi

Eccomi tornata!!!!


e dopo un mese e più di scavo, un momento non proprio bellissimo e un raffreddore capitato nel momento più inopportuno degli ultimi 3 anni sono di nuovo qui per parlarvi di... Intimissimi. Eh già, dopo un periodo in cui la mia vita era incentrata solo e soltanto sulla preistoria fa piacere tornare alla civiltà!


Premessa: ero a Roma con una mia amica (ciao mitica UCAF-friend!!!!! ^__^) e stavamo facendo un giro in centro. Troviamo un negozio intimissimi ed entriamo. Dando un'occhiata non troviamo niente di speciale... fino a quando un accostamento di colori degno della pop art più psichedelica ci guida verso una stanzetta che contiene... la collezione uomo.


Eh già. Fra sirenette su sfondo rosa, teschi rossi che fumano una sigaretta o teschi rosa (!!!!) su sfondo grigio, le mutande della collezione uomo sono veramente spettacolari. Ho forse trovato il regalo di Natale che cercavo??


Ora una domanda sorge spontanea: Chi li compra? No, perché sono problemi. Voi ragazzuole immaginatevi un momento di intimità con il vostro boyfriend, si toglie i pantaloni e... compaiono un paio di slip grigio chiaro con i teschietti rosa. Voi che fate? Io come minimo scoppierei a ridere, altro che momento di intimità!


E voi uomini: ve li comprereste sul serio delle mutande con sopra le sirenette?


Una fonte fidata (commessa da Intimissimi) mi ha detto che le mutande fantasia sono le prime a finire... eh, la decadenza del maschio italiano...


Ci sentiamo presto con aggiornamenti sugli ultimi 2 mesi!!!


Baci


Michela

sabato 8 settembre 2007

Riparto

Ciao!
Come preannunciato sono di nuovo in partenza, stavolta per uno scavo in Italia, vicino Verona (Riparo Tagliente, spettacolare!!!)


Starò via per circa un mese e mezzo e non so se avrò la possibilità di connettermi... mi mancherete!!!!!!!


Un grosso bacio a tutti, ci sentiamo appena torno!!!


ImageChef.com - Custom comment codes for MySpace, Hi5, Friendster and more

Michela

venerdì 7 settembre 2007

Sì, viaggiare...

Che bello viaggiare...




si, però...avete idea di quante cose siano più o meno necessarie in viaggio?


10 anni fa bastavano:




  • portafoglio (eh, sì, senza soldi e documenti non si va in giro)



  • chiavi di casa (anche quelle rivestono un ruolo importante soprattutto al ritorno... tutto sta a ricordarsi dove sono finite)



  • macchina fotografica (se necessaria, ma "ogni foto non scattata è un ricordo perso")



  • ombrello (metti che piove...)



  • walkman e cassette (non proprio necessari ma sempre utili)



  • qualche libro (non vivo senza)



  • varie ed eventuali



Ora invece




  • portafoglio (anche ora senza soldi e documenti non si va in giro)



  • chiavi di casa (ancora non hanno inventato l'apriporta a impronte digitali)



  • ombrello (in effetti non è del tutto necessario in quanto appena piove compaiono i ragazzi che li vendono, però meglio essere previdenti)



  • qulache libro (non ho ancora imparato a vivere senza)



  • cellulare (sono più le volte che lo lascio in giro di quelle che lo porto con me...)



  • caricabatterie del cellulare (vedi sopra)



  • macchina fotografica



  • batterie di ricambio per la macchina fotografica



  • caricabatterie per la macchina fotografica



  • pendrive (per salvare e trasferire qualsiasi file ida qualsiasi computer da qualsiasi parte del globo)



  • lettore mp3



  • caricabatterie del lettore mp3



  • computer portatile (ci si ascolta la musica, ci si vedono i film e ci si gioca a Spider, può rappresentare la differenza fra la vita e la morte in caso di noia)



  • varie ed eventuali



ci rendiamo conto della differenza? Sia che si viaggi per lavoro sia che si viaggi per diporto non esiste più la possibilità di spostarsi con una piccola 24ore, ora ci vuole il tir...


la sottoscritta, inoltre, fa la spola fra tre case: quella di Roma, quella di Ferrara e quella del mare... provate ad immaginare tutte le possibili combinazioni dei suddetti oggetti dimenticati nelle varie case e sappiate che ne ho provate la maggiorparte... tipo: cellulare, caricabatterie della macchina fotografica e batterie di ricambio al mare, caricabatterie del cellulare, lettore mp3 e pendrive a Roma e io con tutto il rsto a Ferrara... sono bei momenti...


Torno a riordinare la stanza (no, se ve lo siete chiesto non ho ancora finito!!)


Michela

giovedì 6 settembre 2007

Ordine e Caos....

Devo riordinare la mia camera....


Ufficialmente STO riordinando la mia camera....


In pratica preferirei avere a che fare con un branco di zanzare inferocite che con la mia camera....


Va innanzitutto precisato che io sono molto disordinata. Ma non quel disordine apparente in cui trovi tutto quello che cerhi perchè "un posto per ogni cosa, ogni cosa al suo posto". E nemmeno quel disordine esteticamente piacevole di chi ad esempio mette i libri in ordine di casa editrice (e poi sta 2 ore a cercarli: di che casa editrice è "L'impatto della scienza sulla società" di Bertrand Russel? e l'avrò messo prima o dopo l'Adelphi? ... io ci morirei a sistemare i libri così...).


No, il mio è un vero e proprio caos, quello, per capirci, in cui le chiavi di casa possono essere a seconda dell'umore sul tavolo/sulla libreria/sull'altra libreria/sul comodino /sul letto/sotto ognuno dei precedenti ecc. E il portafoglio in una delle 4 borse che ho usato negli ultimi giorni, delle quali quella che lo contiene, naturalmente, è irreperibile. Per non parlare del cellulare... ma almeno quello suona...


Un altro problema è che io sono perfezionista. Quando metto in ordine, quindi, non mi accontento di rendere presentabile la stanza... NO!


Inizio con il sistemare le scatole sopra l'armadio (3 m di altezza... l'armadio non le scatole!), del resto se le sistemo ce ne entra una in più, il che significa che ho una scatola in più per mettere tutta la chincaglieria inutile ma che non posso buttare perché ci sono incredibilmente affezionata che vaga in giro per la stanza.


Poi passo ai libri, dato che ho tanti libri e poco spazio ho sempre bisogno di un modo per ottimizzare... e ogni volta cambio la disposizione...


Poi sono talmente stanca che collasso...


Martedì ho sistemato le scatole, ieri i libri... oggi forse ce la faccio a finire...


Fatemi gli in bocca al lupo, ne ho bisogno...


Michela


martedì 4 settembre 2007

XXXXL

Il tema di questo post saranno le taglie, croce e delizia di quest'estate.... 


La sottoscritta, infatti, ha un fisico poco adatto all'attuale periodo storico... Personalmente mi sento un po' una valchiria (in Germania stavo tanto bene...) sono alta, con le spalle larghe e le gambe molto lunghe. E dov'è il problema?


Il problema è che adesso se superi la taglia 44 (ma anche 42 a volte) sei tagliata fuori da ogni indumento diverso da quelli che persino mia nonna considera "da vecchia".


Allora io dico, quest'estate volevo fare un po' di shopping, vado in un negozio, provo un paio di jeans TAGLIA 52 (porto la 48) e MI STANNO STRETTI... al livello che non mi si chiudono!


Ma che hanno cambiato il valore delle taglie mentre ero immersa nella tesi? O forse i produttori gestiscono un centro estetico, una clinica per la liposuzione, una catena di palestre? Sono in combutta con in team di psicologi che studiano l'insorgenza dell'anoressia causata dall'aberrazione dei modelli estetici?


Che ca##o li chiamate 52 che stanno bene giusto a mia cugina 14enne???????????????


Svisceriamo bene il problema pantaloni, quano vado in giro a fare shopping e me li provo le possibilità sono: o mi stanno stretti, o mi stanno corti, o se li metto sembro (a scelta) l'omino Michelin o una che ha fregato i vestiti alla nonna...



Per non parlare della vita bassa... da anni è il trionfo delle pance di fuori (non la mia, non mi piace questo look su di me) strabordanti di rotolini (e rotoloni) creati e bene evienziati da jeans portati ad altezza inguinale...


Io non ho niente contro la moda di questi ultimi anni (a parte il fatto che non c'è mai niente che mi stia decentemente), però quello che mi dà fastidio è che non c'è scelta: se il tuo fisico non ti permette di vestirti alla moda sono fatti tuoi, non esistono altri vestiti.


E poi le teglie grandi non esistono ormai si va dalla 36 (o dalla XS) alla 42, se sei fortunata 44 (o una L che ha molto poco di largo).


Se c'è la XS perché non si fa anche una XL degna di questo nome? Se le taglie partissero dalla 42 non verrebbe considerata un'ingiustizia? E allora perché è perfettamente normale e legittimo il fatto che in 90 negozi su 100 si fermino alla 44?


Io la soluzione l'ho trovata: visto che vado spesso all'estero per lavoro i vestiti me li compro in giro per l'Europa (Francia, Portogallo, Germania, Inghilterra...), dove le taglie sono reali e le forme tanto diversificate da permettermi di trovare indumenti adatti a me... Però se non avessi questa possibilità, d'estate, ad esempio, sarei costretta ad indossare tuniconi informi di colori improbabili o indumenti strizzati fatti apposta per evidenziare ogni imperfezione.


Personalmente non mi sembra giusto... e a voi?


Michela


martedì 28 agosto 2007

Tornata a casa!!!!

Ciao a tutti!!!


Eccomi tornata davanti ad un computer!!! ...si, nelle ultime settimane ho fatto qualche visitina su internet ogni tanto ma niente di serio!


In effetto rimarrò reperibile per poco in quanto il 10 settembre ripartirò per uno scavo dove resterò per 5 settimane... eh beh, così è la vita di una giovane Indiana Jones in gonnella...



Ieri sera mi è venuto un dubbio amletico: se mai dovessi finire su di un'isola deserta (del resto sono cose che capitano spesso...) quali libri vorrei avere con me? Quali sono i libri senza i quali non potrei proprio sopravvivere?


Pensandoci me ne sono venuti in mente tre:




  1. Orgoglio e pregudizio di Jane Austen



  2. Tre uomini in barca di Jerome K. Jerome



  3. Quando i cavalli avevano le dita di Stephen J. Gould



Sono tanti i libri che adoro, ma questi sono per me assolutamente necessari alla sopravvivenza, mi sanno risollevare nei momenti di depressione e riescono a nascondere sempre qualcosa di nuovo, che nella precedente lettura non avevo colto... un po' come le canzoni di Battisti...


Ed ora parte il sondaggio.... il primo di  questo blog!


E voi? Quali sono i libri senza i quali non potreste vivere?


Buon sondaggio e a presto!!!


Michela


domenica 22 luglio 2007

Le balle quadrate

Ciao a tutti!!!


...si è un po' che non aggiorno, peró ne ho tutte le ragioni....


MI SONO LAUREATA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!


Lunedì 16 luglio 2007 alle ore 10 e qualche minuto sono diventata dottore!!!!!! Yeah!!!!!!


In seguito non ho fatto come tutte le persone normali, che dopo la laurea per un po' spengono il cervello e si stravaccano al sole, e per mostrare il loro alto grado di cultura leggono Topolino o al massimo, se proprio vogliono far fatica, Cosmopolitan.... NO!!!! Ho preso l'aereo e sono venuta in Spagna, a lavorare in uno degli scavi preistorici piú importanti d'Europa... ATAPUERCA!!!!! 


Caro lettore, so perfettamente che probabilmente non ne hai mai sentito parlare (la preistoria non è certo un argomento di cui si parla i frequente!!) e non puoi capire il mio entusiasmo, per avere un'idea è come se a un egittologo offrissero la possibilitá di scavare le piramidi...


Insomma, sono in Spagna, nello specifico a Burgos... e ci resto un'altra settimana...A parte il fatto che lo scavo è fantastico e la gente spettacolare (siamo più di 80!!!!) c'è una cosa simpatica che vorrei condividere con voi: FA FREDDO.....


Cioè, uno viene in SPAGNA, porta la crema solare e le magliettine corte e becca l'unico posto in tutto lo stato dove devi metterti la maglia di lana???????? Ma è una congiura!!!!!!!!!!!!


Comunque nel mio peregrinare in Europa ho scoperto una cosa che mi fa molto piacere, e arriviamo ora all'argomento anticipato nel titolo... no, non è quello che pensate.


Sapete le balle di fieno?



Quando ero piccola nella fattoria della fisher price avevo tanti animali e due balle di fieno della forma di un parallelepipedo a base quardata (eh, la matematica non è un'opinione...). Purtroppo peró non mi è quasi mai capitato di vederle sul serio, quasi tutte quelle che si trovavano in giro erano cilindriche... Ora però ho notato che la tendenza sta cambiando, e sempre piú spesso vedo balle dalla forma di un parallelepipedo.... vabbè, la base è rettangolare, peró... rimembranze dell'infanzia!!!


E con questo ultimo delirio passo e chiudo, non sono sicura di poter aggiornare di frequente prossimamente, per cui vi annuncio che questo blog VA IN FERIE, naturalmente i commenti sono sempre ben accetti. Mi raccomando, date da mangiare alla mia tigrotta Sekmet (nella colonna di sinistra) in mia assenza e fatele tante coccole!!!


ImageChef.com - Custom comment codes for MySpace, Hi5, Friendster and more  


Un bacio!!!! o meglio, un BESO!!!


Michela

mercoledì 11 luglio 2007

Germania II la vendetta!!!!!

Arieccomi qui a raccontarvi le mie (dis)avventure in uno scavo archeologico sperduto nella verde campagna teutonica....


Prima di inziare va ammesso che ero un po' stanca (traduzione: avevo lasciato il cervello sul comodino della mia stanza di Roma... capita)


Ho esordito perdendomi le chiavi del bagno... Bagno chimico vicino allo scavo, entro, inciampo e le chiavi vanno a finire in un buco non meglio identificato nella parete (non il water, per fortuna) ... il buco era a circa un metro e mezzo di altezza e le chiavi al livello del pavimento... ma con la mia ben nota abilità e perizia dopo mezz'ora di tentativi riesco a tirarle fuori con un uncino fatto con del fil di ferro


cup.gif


La compagnia era molto piacevole, tutti parlavano inglese, in modo più o meno comprensibile e passavamo le serate a giocare (io a perdere) a poker con dei cotton fioc al posto delle fiches... sfortunato al gioco fortunato in amore??? bah!


Poker


 Avrei tante cose da raccontare ma mi limito all'ultimo giorno. Dopo 14 giorni di freddo e pioggia ininterrotti, dopo aver dimenticato la sensazione del sole sulla pelle ma avendo ben chiaro cosa significa stare in grotta al freddo e con una goccia d'acqua che ogni venti minuti ti entra nel collo (non importa dove tu sia...) faceva caldino, quindi ho indossato solo una maglietta felpata e una felpa.


Erano le 5.30 del mattino ed i nostri tre eroi (due americani, uno doveva venire all'aeroporto con me, l'altro ci accompagnava) si accingevano alla traversata della ridente vallata per raggiungere la stazione. Annebbiati dal sonno sbagliamo strada, ed invece di 3 chilometri in pianura ci ritroviamo a dover fare 5 chilometri con scale e salite (ma non discese.... questo è uno dei grandi misteri della vita) con le nostre allegre valigie con le ruote... la mia pesava solo 23 kg (del resto conteneva anche una pietra polita dagli orsi delle caverne, non so se mi spiego).


Naturalmente la legge di Murphy vuole che metà trada mi si rompa una ruota. A cinquanta metri dalla stazione, con le braccia a pezzi e i polpacci che mi mandavano a quel paese succede qualcosa: passa un treno con la scrutta ULM HBF sul muso... era il mio....


21769321.jpg


A quel punto il cielo, nelle sembianze dell'americano che ci accompgnava mi è venuto in aiuto: è tornato da me (era già arrivato alla stazione) ha afferrato la mia valigia ed ha cominciato a correre leggero e grazioso come una gazzella con la valigia in mano. Da parte mia in qualche modo sono riuscita ad arrancare di corsa fino al treno e sono salita (l'altro americano era già lì)... Grazie Cameron! ed eccoci in viaggio...


in qualche modo dopo 2 cambi riusciamo ad arrivare all'aeroporto di Stoccarda. Il mio aereo partiva 4 ore e mezzo dopo e dovevo aspettare due ore per poter fare il check in. Poi ho aspettato la partenza del volo. Per fortuna avevo con me il libro "Preludio alla fondazione" di Asimov che ho letto dall'inizio alla fine.


All'ora prevista per l'imbarco non c'era traccia di forma di vita intelligente dietro al bancone del Gate. Dopo una decina di minuti arriva una ragazza che fa un annuncio di cinque minuti (d'orologio) in tedesco. In inglese dice che c'è del ritardo... ma no????


Alla fine con un ora di ritardo sono riuscita a partire.... indovinate poi cosa ho fatto?


f93ffc19.jpg


Alla prossima... bis bald!!!!


Michela

martedì 10 luglio 2007

BRRRRRRRR

Eccomi qui di ritorno dalla fredda germania... temperatura polare, pioggia continua, qualche timidissimo sprazzo di sole durante il week end... non c'è che dire, lì l'estate non è ancora arrivata... la seconda settimana faceva persino più caldo in grotta che fuori!!!!!


coldbabyseal.jpg


Comunque tutto bene, sono persino sopravvissuta a 5km di strada trasportando una valigia di 23 chili con una ruota rotta... il resoconto completo nel prossimo post!!!


Non ho molto tempo per aggiornare, ci sentiamo prossimamente.


Michela


lunedì 25 giugno 2007

Germania!!!!

Ciao a tutti!!!!


ebbene si, sono sopravvissuta!!!! Neanche due esami in una settimana con annessi ultimi ritocchi della tesi (il che significa rifare più o meno la metà del lavoro) sono riusciti a stroncarmi... e ora alla faccia di tutti i prof str**** che mi hanno messo i bastoni fra le ruote...


MI LAUREO!!!!!!!!


oggi pomeriggio però parto per andare in Germania... due settimane di scavo archeologico in uno dei siti più importanti d'Europa!!!!


Per farvi entrare nell'atmosfera posto quello che ho scritto l'anno scorso quando ero lì (l'avevo pubblicato su un blog privato...)


Ciaaaao!!!!!


Michela


intanto un po' di indicazioni geografiche.. scavo nella grotta di Hohle Fels, che si trova a 3 km da Weiler, gruppetto di case sparse nella campagna a 3 km da Blaubeuren (leggi Blauboiren), cittadina sperduta nel nulla nel Baden Württemberg (per ulteriori informazioni consultare un atlante...)

la temperatura all'interno della grotta e' di 10°C, costante... goduria....

Questa settimana, oltre ad aver scavato con molta soddisfazione (ho rimosso kg e kg di pietre di calcare non trovando nulla, nonche' riconosciuto la transizione fra due strati di colore uguale ma composizione differente... e non e' poco), ho anche vagliato, siglato e lavato i reperti. Queste ultime attivita' si svolgono in casa, per fortuna la radio tedesca non é male, a parte un cantante assolutamente insopportabile e l'ultima canzone di Eros Ramazzotti ripetuta tre volte al giorno...

La sera siamo usciti spesso per fare dei barbecue vicino alla grotta o a Gerhausen nella casa occupata da alcuni di noi (gli altri, compresa me, dormono nella casa dove si lavora ed e´meglio perche' ci si puö svegliare un po' piü tardi)

Nel week end sono rimasta da sola a Weiler, e cosi' sono potuta entrare in contatto con la Germania rurale...

Innanzi tutto mi sono regalata una passeggiata di 3 km sotto al sole fino a Blaubeuren per comprare i generi di prima necessitä (würstel, crema idratante e dolci al cioccolato), e al ritorno (sempre sotto al sole) ho studiato attentamente l'ambiente.

 

Ecco le mie impressioni:

la prima impressione e`che la Germania e' verde.

Poi ci sono tanti salici piangenti (informazione di primaria importanza per chiunque sia interessato a visitare la Germania...)

Tutto ció potrebbe forse bastare per un visitatore che si fermasse alla superficie delle cose, ma c'é di piú...

Avete mai letto "Tre uomini a zonzo"?

Noooo? Peccato, è il secondo libro piú spassoso che abbia letto (il primo é "tre uomini in barca"). E' stato scritto alla fine dell'800 e parla di tre amici inglesi che fanno un viaggio in bicicletta per la Germania. E' bellissimo, soprattutto quando parla del carattere e dei modi di fare dei tedeschi, ad esempio il loro amore per l'ordine... I fiumi sono perfettamente regimentati e incanalati, gli uccelli hanno delle casettine al posto dei nidi (cosi' sono piú ordinati) i giardini, anche se grandi come un fazzoletto, hanno tutti le loro belle aiuole simmetriche e i loro ruscelletti, sentierini e statuette (lo capisco a Versailles, ma francamente non in un giardino di 6x6m...)

ma la cosa in assoluto piú bella é il CANE DA GIARDINO:

per descriverlo mi ci vorrebbe il libro di Jerome, comunque... tenteró...

nei giardini tedeschi un cane normale creerebbe solo problemi: distruggerebbe le aiuole, sporcherebbe, farebbe rumore... poiché i tedeschi amano molto gli animali, per ovviare a questi inconvenienti nell'ottocento avevano dei cani di porcellana in mezzo al giardino. Erano belli, decorativi e non davano fastidio.

dopo soli 3 km nella cambagna tedesca ho visto tutte queste cose (casette per gli uccelli, fiumi regimentati, giardini superprecisi ecc) ... ma niente cani da giardino...

la speranza di vederne era ormai venuta meno quando improvvisamente, nella casa vicino alla nostra, un bellissimo giardino, dei nanetti, due galline di terracotta (!!) e una visione.... si, avete indovinato... proprio lui!!! IL CANE DA GIARDINO, che mi guardava con occhi sorridenti...

dopo quasi 120 anni di storia che hanno comportato l'invenzione dei bastoncini di pesce surgelati, la musica di Britney Spears e la quarta vittoria dell'Italia ai mondiali ( po-po-po-po-po-po-po!!!!) i tedeschi continuano ad avere i loro cani da giardino... se me lo avessero detto non ci avrei creduto...

 

 

Michela

martedì 19 giugno 2007

Scusate se ultimamente non mi faccio viva ma sono in un periodo assurdo... venerdì devo consegnare la tesi e nel frattempo ho due esami...


Mi rifaccio viva nel week end se sopravvivo....00020074.gif


Ciao!!


Michela

giovedì 14 giugno 2007

Superquark

Ieri sera vedendo Superquark mi sono innamorata...


Di chi???? Ma come di chi???? Non è evidente???




Ma no!!! Va bene il fascino dell'uomo maturo ma qui si esagera!



Ma noooo!!! Neanche lui!! Come potevo anche solo guardarlo dopo aver visto....



...come si fa a restistere a un musetto del genere? W LE LONTRE!!!!


Ho deciso: da grande quando avrò una casa mia ospiterò una lontra nella vasca da bagno... e naturalmente un micio nella cuccia!!! Sperando solo di non fare confusione, altrimenti...


doccia.jpg


Ciao!!


Michela


P.S.: sia chiaro che il mico nella foto non è mio (magari ne avessi uno....) è una foto trovata su internet!!!!


martedì 12 giugno 2007

Cronaca di una giornata cominciata male...

Ciao!!!


è un po' che non aggiorno, chiedo scusa ma questa ultima settimana è stata abbastanza stressante... oggi è stato il culmine.


Mi sono svegliata presto 


sonno


Sono andata all'università per fare delle fotocopie. mentre correvo per strada ho inciampato e mi sono ritrovata con una caviglia immobilizzata e dolorante... e vabbé...


Torno in laboratorio e il disco rimovibile su cui ho TUTTI i miei dati nonché l'ultima versione della tesi ha avuto una crisi di identità ed ha deciso di diventare irriconoscibile da parte del computer.


Argh


Una volta risolto il problema (Santo Fabio...) mi metto a lavorare sulla tesi  scopro che non so per quale assurdo motivo i risultati delle simulazioni che sto facendo non seguono nessun senso logico, tantomeno quello che di cui ho bisogno...


argh


insomma.... VOGLIO TORNARE A DORMIREEEEEEEE


sleep


Michela


P.S.: oggi pomeriggio ho anche una visita medica

martedì 5 giugno 2007

Zanzare 2 la vendetta

Decisamente le zanzare sono gli animali più stupidi esistenti sulla terra... gli avevo servito il mio sangue a volontà su un vassoio d'argento a patto di seguire alcune elementari regole di buona educazione e NO, devono continuare a rompermi l'anima peggio di prima... (per conoscere l'antefatto clicca qui)



Ma la cosa peggiore è che probabilmente le zanzare attuali sono frutto di un esperimento di ibridazione genetica fra questi fastidiosi insetti, un carro armato e Superman...



... l'ho scoperto ieri quando ne ho schiacciata una sullo schermo del computer  (guadagnandoci una bella ditata sul suddetto schermo) e sollevando il dito la zanzara è svolazzata via tranquillamente.... ma caspiterina!!!!!! IO L'AVEVO SCHIACCIATA!!!!!!!!!


E poi sabato notte (sarà anche per loro serata di uscita?) sono stata assalita da una frotta di inZetti ronzanti che, complice la cena luculliana, l'instancabile lavoro sulla tesi e lo stato semicomatoso precedente la fase REM sono stati da me percepiti sotto la veste di professori toscani di preistoria.... certo che sto messa bene, eh?


Insomma, inizia la guerra... e con tutte le armi... ieri ho iniziato con la candela alla citronella, ma se dovesse essere necessario ricorrerò alla CHIMICA più bieca e antianimalista esistente sul mercato... sono disposta anche a soffocare a causa deivmiasmi della mitica pasticchetta Vape ma loro.... hanno da mori'...


Del resto come ho detto all'inizio hanno rifiutato un'offerta estremamente vantaggiosa, ergo sono stupoide, ergo vanno controselezionate (Darwin non l'aveva spiegata proprio così ma va bene lo stesso)



Michela


P.S. ne approfitto per salutare l'ingresso nei Link di Pikaia, il sito dell'evoluzione... e chi è antievoluzionista... peste lo colga!

mercoledì 30 maggio 2007

Mi chiedo perché...

...mi devo svegliare con in testa la musichetta dei puffi (noi puffi siam così, siam proprio buffi si, ma è questo che piace a voi, si, proprio a tutti voi!)? (questo lo so... vero Ary??)


...a Termini ci deve sempre essere almeno una scala mobile che non funziona (tranquilli, se non vi sembra è solo perchè non ve le siete girate tutti)? ... oggi bonus: due!!!!


...una volta resami conto che sono sul binario sbagliato deve passare la metro a quello giusto e dopo che l'attesa da "2 minuti" si trasforma magicamente in "5 minuti" alla fine aspetto 10 minuti (w le moltiplicazioni)?


...in biblioteca mi devono dare sempre l'armadietto nella fila più bassa che per mettere e prendere le cose ci devo praticamente strisciare dentro?


...alla biblioteca mi deve prendere un attacco micidiale di allergia proprio mentre sto parlando con un mio amico che non vedo da due mesi?



...il libro citato in tutte le bibliografie di riferimento è un opuscolo regalato insieme ad un settimanale?


...il computer mi dice che ho fatto troppe richieste (6) quando ieri ne avevo fatte più di dieci e la cosa non lo turbava minimamente?


...entro che c'è il sole e il cielo senza la minima nuvoletta e quando decido di uscire perché il cervello non dà segni di vita inizia a diluviare di brutto? (ma stavolta l'ho fregato, ho aspettato e sono uscita quando Giove Pluvio si è distratto un attimo e per circa un minuto e mezzo non ha piovuto, giusto il tempo di arrivare alla metro!)


Lo so il perché.... MALEDETTA SVEGLIA ALLE 7!!!!!!  Svegliarsi presto crea terribili influssi negativi su tutta la giornata... Soluzione:



DORMI!!!!!!


Michela


lunedì 28 maggio 2007

SOS zanzare

Alla cortese attenzione della Comunità di Zanzare


Gentili Zanzare,


Vi scrivo questa lettera per proporVi un patto di non belligeranza. L'idea mi è nata durante la nottata insonne passata alla casa al mare fra sabato e domenica.


Poiché dormo nella stanza con i miei e sabato sera mio padre russava ho deciso di andare a dormire al piano terra sul divano. In quel frangente ho potuto apprezzare a pieno l'amicizia e l'affetto che mi dimostrate, e Ve ne sono estremamente grata, tuttavia....


So perfettamente che il mio sangue rappresenta per Voi l'unica forma di sostentamento delle Vostre amabili creature, ma perché scegliere sempre e solo il mio in una casa abitata da quattro persone? Essendo donatorie di sangue sono sempre disponibile ad adoperarmi per il bene comune, tuttavia vorrei farvi notare che all'AVIS non mi lasciano una bolla pruriginosa che mi impedisce di dormire per 4 ore, né mi ronzano nelle orecchie durante il sonno... e posso assicurarVi che ciò mi predispone benevolmente nei confronti della donazione propriamente detta.


Infatti so bene che la Vostra presenza continua a fianco a me nella notte di sabato era dovuta alla preoccupazione per la tranquillità del mio sonno, che avete controllato stabilendo precisi turni di guardia per non lasciarmi mai senza controllo... ma in questo caso avrei senza dubbio preferito che non Vi faceste riconoscere con il consueto ronzio, soprattutto quando mi volavate in prossimità delle orecchie.


Inoltre capisco che le 25 punture in una notte (sottostima) erano destinate a sfamare i vostri piccoli inermi, ma perché oltre a prelevarmi il sangue mi avete iniettato anche una simpatica sostanza che mi ha tenuto sveglia per ore nel vano tentativo di non grattarmi? Anche se può sembrarVi strano, Vi assicuo che non ho bisogno di queste prove per fortificare il mio spirito...


Inoltre Vi inviterei a non posarVi sul mio viso mentre sono sveglia (anche se so che lo fate solo per dimostrarmi il Vosto affetto nei miei confronti), non è piacevole svegliarsi con la faccia rossa di schiaffi e alcune zanzare spiaccicate sul viso.


Concludendo Vi ropongo un patto:


Voi non ronzate e non mi create bolle pruriginose e io vi dò la possibilità di servirvi a volontà del mio sangue e non vi uccido. Direi che entrambe le parti potrebbero ritenersi soddisfatte.


Naturalmente nel caso non accettiate questo patto darò avvio ad una guerra sanguinosa senza esclusione di colpi.



Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket


 


Cordialmente


Michela


PS per chi volesse c'è la possibilità di sottoscrivere la petizione...

venerdì 25 maggio 2007

Odi et amo...in viaggio

Odio l'odore dell'Eurostar, quello che senti anche a tre metri dalla porta aperta dello scompartimento, che ti si attacca ai vestiti e nemmeno la lavatrice più tenace riesce a togliertelo.


Amo dormire e svegliarmi rendendomi conto che sono quasi arrivata.


Odio i vicini che vogliono a tutti costi chiacchierare quando sono stanca, vorrei dormire e  mi campeggia in faccia la scritta luminescente "Lasciatemi in pace", odio le persone che parlano urlando e quelle che tengono la suoneria del cellulare a volume alto, odio quello che giocano col cellulare e non tolgono i toni dei tasti.


Amo chiacchierare con i vicini se ne capita l'occasione o anche solo scambiare un sorriso e un saluto quando arrivo e vado via


Odio i bagni del treno, sporchi, puzzolenti e spesso rotti. Odio l'aria condizionata che non funziona e se funziona è torrida d'inverno e gelata d'estate.


Amo il paesaggio sempre mutevole.


Odio le gallerie perché mi annoiano.


Amo ascoltare la musica e rilassarmi.


Odio scoprire di aver dimenticato il lettore mp3.


Amo leggere un libro che mi piace e sapere di potergli dedicare interamente tante ore.


Odio i controllori che passano e non controllano perché io il biglietto lo pago e non vedo perché gli altri non dovrebbero.


Amo guardare fuori dal finestrino e lasciare i miei pensieri scorrere lungo i binari, intrufolandosi nelle vallate dei paesaggi montani e sorvolando i paesini e le città, specchiandosi nei fiumi e cavalcando le nuvole.


Amo passare nelle stazioni e cogliere un momento fugace della vita quotidiana delle altre persone mentre sfreccio come fuori dal mondo.


Amo l'infinita possibilità di scoprire nuovi luoghi, nuove persone, nuove idee, nuovi mondi, amo la consapevolezza che oggi la distanza geografica, se davvero lo vuoi, non è più un limite...


Ma odio l'eurostar...

lunedì 21 maggio 2007

Ciao!


sarà la primavera, sarà che ho passato l'esame incubo del semestre, sarà fa caldo, che il cielo è azzurro e si sente il profumo dei fiori, sarà che ho passato il week end fra la Fiera dell'Editoria Scientifica di Trieste con due amiche e il relax con amiche che non vedevo da un po', sarà che ho trovato dei libri bellissimi, sarà che sto andando avanti con la tesi, sarà che mi sono riconciliata con il mio amicio francese, sarà che... non lo so, ma oggi sono


FELICE!!!!!!


Photo Sharing and Video Hosting at Photobucket

Michela

lunedì 14 maggio 2007

Anche se con due giorni di ritardo...


 


 


vi aggiornerò prossimamante sul Portogallo...


Michela


 


 


 

giovedì 10 maggio 2007

Ciao a tutti!!!!


Vi saluto perché domani mattina (alle 6:20 AAARGH) parto per un week end a Lisbona con i miei!!!! E' una sorta di scambio di favori: io l'ho regalato a loro per i 25 anni di matrimonio e loro l'hanno regalato a me per il mio compleanno (sabato)... E dato che la prossima settimana sarò decisamente presa non so quando riuscirò ad aggiornare!


Allla conquista del Portogallo!!!!!





Baci!!!


Michela

mercoledì 9 maggio 2007

...piccole follie quotidiane...


Analisi del sangue, dopo cinque minuti buoni che mi tastava l'incavo del gomito:


Infermiera: scusi signorina, ma lei dove ce le ha le vene?


Mail di un professore:


Certo che possiamo anticipare l'esame, però dovrebbe venire a Udine.... (per inciso, io vivo a roma e studio a FERRARA)


aaaaaaahhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhhh


domenica 6 maggio 2007

Ciao a tutti!


ieri sera divertentissima serata al Tinapika per la laurea di Dani (GRANDE!!!!!), con cabaret e discoteca!!!! Serata decisamente istruttiva: ho deciso che mai più nella vita metterò biancheria bianca per andare in un locale...


Perché? Ecco la ragione: il locale, per creare atmosfera, era illuminato da lampade ad ultravioletti, quelle che usano normalmente nelle discoteche per far brillare di luce azzurrina tutto ciò he c'è di bianco...


Avevo messo un reggiseno bianco (appunto) che malauguratamente spuntava per un angolino dal vestito... risultato: per tutta la serata sono andata in giro come se avessi una torcia azzurra nella scollatura perchè ogni tentativo di mascherare il disgraziatissomo angolino è miseramente fallito!


Ma a me è andata bene... una mia amica ha scoperto troppo tardi che la normalissima maglietta rossa che aveva indossato risultava trasparente agli ultravioletti, e si è ritrovata con il reggiseno candido che illuminava come un faro il buio della sala...



Piccolo consiglio: se volete evitare di sembrare un evidenziatore vestito a festa quando andate in un locale scegliete biancheria colorata!!!


A proposito di fluorescenza: piccolo regalo per Ary (cliccando sulle foto si accede alla notizia...)


A transgenic fluorescent green pig bred by the National Taiwan University.


Picture of transgenic pigs supplied by Taiwan National University, courtesy Wu Shinn-chih



Buona settimana!


Michela